Festival Internazionale delle Sculture di Sabbia

From 29 May 2010 to 01 August 2010

Dopo il tributo alla Cina e alle Olimpiadi e quello alla Divina Commedia di Dante nella sua ambientazione più inquietante (Linferno la 13 edizione del Festival Internazionale delle Sculture di Sabbia di Jesolo entrer questanno nel magico mondo di Pinocchio: il burattino umano creato dalla fantasia di Collodi, uno dei racconti per linfanzia più amato in tutto il mondo che stato libro, film, cartone animato e che mai cesser di essere rappresentato in ogni modo possibile e ricordato per tutte le generazioni a venire. La favola, attraverso tutte le sue vicende più pregnanti, prender forma nellarenile di Piazza Brescia, giusto di fronte al centro pulsante della vita di mare jesolana e al fulcro dello shopping locale. una bella fortuna infatti che un simile spettacolo abbia luogo qui a Jesolo: una delle localit balneari che meglio incarnano lestate in tutti i suoi desideri, di divertimento, sport, quiete, natura, buona cucina. Il suo litorale misura 15 km e la sua sabbia dal tipico colore ambrato ricca di propriet, oltre che di bellezza. Ma torniamo ora al Festival Internazionale delle Sculture di Sabbia di Jesolo. Questa volta saranno 17 gli scultori della sabbia provenienti da ogni dove che ideeranno e forgeranno il tema del festival: la loro bravura tale che non saranno soltanto i piccini a rimanere incantati da figure scolpite alla perfezione dotate di un dinamismo che le fa sembrare vive molto più che immobili, ma anche i grandi, molti dei quali se non hanno figli o nipoti al seguito dovranno inventarsi una buona scusa per ammirare questi capolavori. Si fa per dire naturalmente, visto che lo spazio in cui sono esposte le sculture non vietato a nessuna et e che se superate il metro di altezza il biglietto di ingresso costa soltanto 2. Pinocchio, la Fata Turchina, il Mangiafuoco, il Gatto e la Volpe e tutti gli altri personaggi sono l a raccontare per immagini una favola indimenticabile che solo questestate a Jesolo sarà possibile assaporare in un modo tanto originale come con le sculture di sabbia. La sabbia, una materia tanto evocativa, plasmabile alla perfezione, per simbolo anche della vacuit del tempo e di progetti magari imperiosi destinati a crollare: eppure siamo sempre l a lavorarla, perch il gesto e il risultato portano con s una specie di magia che va oltre tutto e che si trasmetter al di l della durata del castello o dell'opera realizzata. La mostra aperta tutti i giorni dalle 9 alle 23. Come ad ogni edizione curata da Richard Varano dal lontano 1998, sono organizzati degli eventi collaterali per i più piccoli.
By Insidecom Editorial Staff