Aneddoti & Curiosità

Il beato che viveva nel tronco di un albero nella scuola dei Carmini a Venezia

Opere e luoghi poco noti

Il beato che viveva nel tronco di un albero nella scuola dei Carmini a Venezia

Nel popolare Campo Santa Margherita a Venezia vi è un piccolo gioiello nascosto: la scuola dei Carmini. Si tratta di una delle poche confraternite devozionali a Venezia che sono sopravvissute alle soppressioni napoleoniche di inizio ‘800 e al suo interno sono conservate pregevoli opere d'arte, fra cui un soffitto del celebre pittore Gian Battista Tiepolo (1739).

Questa tela rappresenta un personaggio decisamente curioso, il beato Simon Stock. Nato in Inghilterra nella seconda metà del XII secolo, all'età di dodici anni lasciò la casa dei genitori e si ritirò come eremita sotto una quercia (da qui l'appellativo Stock, che deriverebbe dall'inglese antico e significherebbe tronco d'albero) e in seguito percorse a piedi le contrade del suo paese predicando. Dopo un pellegrinaggio in Terra Santa, avrebbe maturato la decisione di entrare come frate nell'ordine carmelitano e, attorno al 1247, alla veneranda età di 82 anni, fu scelto come sesto priore generale dell'Ordine.

Nel corso del XV secolo si diffuse nei Paesi Bassi una leggenda circa un certo ‘san Simone', il quale aveva avuto una visione della Madonna che gli rivelava il privilegio dello scapolare: quanti si fossero spenti indossandolo, sarebbero stati liberati dalle pene del purgatorio il sabato successivo alla loro morte. Presto la visione fu associata a Simone Stock, il Priore Generale dei Carmelitani. Proprio la visione del beato fu rappresentata dal Tiepolo nel soffitto della Sala principale della Scuola, in cui si vede la Vergine che appare a Simon Stock offrendogli lo scapolare.

Hai trovato questo articolo interessante e ne vorresti sapere di più sui lati più curiosi e misteriosi di Venezia? Prenota una visita personalizzata della città con la nostra guida Francesca, redattrice di questa apprezzata rubrica.

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: I Dossali della Sala Capitolare della Scuola Grande di San Rocco a Venezia

Opere e luoghi poco noti

Quando si visita la Scuola Grande di San Rocco a Venezia - forse uno dei monumenti più significativi della città lagunare - si rimane...

Vedi

Vicenza: Il cinema Odeon di Vicenza, uno dei più antichi del mondo

Curiosità storiche

Forse non tutti sanno che a Vicenza si trova una delle più antiche sale cinematografiche del mondo, aperta ancora oggi! In origine la ...

Vedi

Venezia: Le campane del campanile di San Marco a Venezia

Curiosità storiche

Il Campanile in Piazza San Marco è sicuramente uno dei simboli di Venezia, ma non tutti sanno che l’originale crollò nel 1902 e fu ...

Vedi

Treviso: La Tomba Brion di Carlo Scarpa ad Altivole

Presenze illustri

Vicino ad Asolo, regno della regina Caterina Corner, vi è un piccolo paesino chiamato Altivole… Il suo cimitero è famoso perché vi...

Vedi

I post più letti

Venezia: Il ponte di Rialto a Venezia e la figlia del Doge

Misteri & Leggende

Le storie e le leggende legate al celebre ponte di Rialto sul Canal Grande a Venezia sono tantissime, ma pochi conoscono quella che ved...

Vedi

Venezia: Il campo delle Gatte a Venezia

Opere e luoghi poco noti

I nomi delle strade a Venezia possono essere davvero strani… Per esempio, camminando per il sestiere di Castello, ci si imbatte nel C...

Vedi

Venezia: Il Doge di Venezia Enrico Dandolo e la conquista di Costantinopoli

Presenze illustri

La storia della Repubblica di Venezia è indissolubilmente legata alla figura del Doge… Personalità carismatiche, ma anche avventuri...

Vedi

Venezia: Le tre vere da pozzo della chiesa di San Trovaso

Curiosità storiche

Nell'affascinante sestiere di Dorsoduro a Venezia, sorge l'antica chiesa dei Santi Gervasio e Protasio, chiamata in dialetto veneziano ...

Vedi