Alla Deriva Sculture di Justin Peyser

Dal 01 luglio 2010 al 21 novembre 2010

Approda a Venezia la mostra di arte contemporanea Alla Deriva, con opere dello scultore americano Justin Peyser. I 17 lavori esposti nelle sale di Ca' Zenobio appartengono a diversi periodi artistici di Peyser ma sono qui riuniti ad esporre il tema della diaspora, non a caso in quella che oggi la sede del Collegio Armeno. La curatrice della mostra Roberta Semeraro dice infatti: Peyser conosce per sua storia personale il sacrificio di un popolo che lotta per non perdere la propria identit etnica e culturale ed solidale con i figli della diaspora armena che abitano questo luogo. Se 7 delle sculture della mostra veneziana provengono dagli esordi dell'artista e si presentano in lamiera piatta, le restanti parlano un linguaggio diverso, a tutto tondo, e nel loro impersonare 10 personaggi assumono forme e profondit che fondono metalli diversi, senza tentare di correggere le spesse saldature che li tengono assieme: Ho lasciato le saldature ruvide e le bruciature della fiamma visibili: andare vagabondando nella diaspora lascia cicatrici, commenter al riguardo l'artista. Dei dieci personaggi/simbolo di Peyser esposti nella mostra a Venezia ce ne sono alcune che hanno la stessa città lagunare come referente e sono: Il Doge, Platform Shoe, Tricorno e Pot Belly Stove. Quest'ultima poi secondo l'artista potrebbe rappresentare una donna incinta nel cui grembo ha sede il principio alchemico della creazione, ossia acqua e fuoco. Altra caratteristica riguarda il fatto che le sculture sono tenute in piedi da un contrappeso di sabbia posto alla base ma nel contempo risultano sbilanciate da un lato, la qual cosa incarnerebbe la diaspora, l'essere in bilico fra due patrie. Come formazione Justin Peyser si laureato ad Harvard presso il Department of Visual and Environmental Studies. I suoi interessi riguardarono da subito lo spazio in relazione all'architettura e in particolare alle periferie e alle aree urbane in disuso. impegnato con una banca etica in progetti di restauro delle aree neglette della città di New York (Bronx, Brooklyn, Newark).
A cura della redazione di Insidecom