Andrea Brustolon

Dal 27 marzo 2009 al 12 luglio 2009

Nel 2009, nella sua città natale, verr celebrato quello che Honor De Balzac battezz come Il Michelangelo del legno: stiamo parlando del più grande intagliatore di tutti i tempi, Andrea Brustolon. Protagonista del Barocco veneziano, si form nella Serenissima presso la bottega dello scultore genovese Filippo Parodi, sebbene la nobile arte di dare forma al legno fosse già presente in famiglia attraverso le abili mani del padre Jacopo. Il suo genio si prestava magnificamente a qualunque situazione e oggi possiamo ammirare capolavori sia di ambito sacro che profano.

Gli furono commissionate opere dalle più importanti famiglie di nobili veneziani (Venier, Correr e Pisani per le quali ebbe modo di decorare mobili inserendovi dettagli esotici, floreali, naturalistici e raffigurazioni di animali accanto ad altre di uomini, il tutto realizzato con una maestria e una precisione che hanno dellincredibile. Loriginalit di sicuro il comune denominatore di ogni opera. Anche per i lavori commissionati dalla Chiesa il Brustolon seppe aderire ai modelli iconografici consolidati integrando con motivi che ne esaltavano ancor più il significato: la Chiesa dei Frari a Venezia e quella di S. Floriano a Pieve di Zoldo contengono emozionanti esempi di ci. Tra i suoi capolavori ricordiamo pure le poltrone coi Dodici segni dello Zodiaco conservate al Quirinale. La mostra in preparazione sarà allestita dallarchitetto ticinese Mario Botta e ne ripercorrer lintera vicenda umana ed artistica. Si ammireranno le più grandi meraviglie con una panoramica di tutto il processo creativo: disegni e bozzetti in terracotta. Nellesposizione verr ricreata l'atmosfera del Barocco veneziano tramite una galleria di quadri e sculture originali dellepoca.

A cura della redazione di Insidecom