Arte europea 1949 - 1979 | Marion R. Taylor: dipinti, 1966 - 2001 alla Collezione Peggy Guggenheim di Venezia

Dal 29 febbraio 2012 al 06 maggio 2012

Cresce l'attesa per l'apertura della nuova mostra della Collezione Peggy Guggenheim, che si terrà dal 29 febbraio al 6 maggio a Palazzo Venier dei Leoni, sede della Fondazione Guggenheim.

 

La mostra è incentrata su una serie di opere del secondo dopoguerra, capolavori che ripercorrono gli anni “veneziani” di Peggy che visse a Palazzo Venier dei Leoni dal 1949 al 1979 e che, nonostante l'abbandono di New York, fulcro della nuova avanguardia artistica, continuò la sua attività di collezionista e mecenate.   

 

I dipinti e le sculture presentati in questa mostra sono stati finora raramente esposti, rendendo quindi questa esibizione un evento “privilegiato” e di notevole interesse per poter finalmente ammirare queste opere internazionali e per molto tempo celate al grande pubblico. I grandi rappresentanti del gruppo CoBrA saranno in mostra accanto ai lavori degli artisti italiani attivi a partire dalla fine degli anni '40, alcuni dei quali sodali di Peggy, come Edmondo Bacci, Armando Pizzinato, Giuseppe Santomaso, Tancredi ed Emilio Vedova. Non dimentichiamo i grandi esponenti dell'arte inglese del secondo dopoguerra, da Francis Bacon a Henry Moore, da Ben Nicholson a Graham Sutherland, insieme alle loro controparti italiane come Mirko, Costantino Nivola, Carla Accardi, Agostino Bonalumi, Bice Lazzari e Mimmo Rotella.

 

A chiudere l'esposizione un omaggio a Marion Richardson Taylor (scomparsa nel 2010 alla quale il museo dedica la prima monografica con una ventina di dipinti realizzati tra il 1966 e il 2001. Artista versatile ed eclettica, si è sempre cimentata in un'ampia gamma di stili e tecniche, passando da murales di evidente matrice espressionista-astratta a nature morte cubiste, da ritratti non-figurativi a piccoli disegni intimisti, lavori in cui la traccia distintiva è il colore. La sua costante ricerca di un linguaggio artistico innovativo l'ha spinta ad aprirsi a nuove sperimentazioni viaggiando anche tra Spagna, Egitto, Giappone e Provenza rimodellando di continuo la propria arte, anche in virtù dei luoghi che ha visitato. Grazie al lascito dell'artista alla Fondazione Solomon R. Guggenheim di New York nel 1998, il museo veneziano le dedica la sua prima monografica.

 

La mostra si svolgerà al termine del rapido restyling che interesserà i locali di Palazzo Venier dal 9 gennaio al 21 febbraio. La Collezione Peggy Guggenheim, considerata uno dei più importanti musei in Italia per l'arte europea ed americana della prima metà del XX secolo, ha sede in quella che fu l'abitazione di Peggy Guggenheim, Palazzo Venier dei Leoni. Il museo, inaugurato nel 1980, ospita la collezione personale di arte del XX secolo di Peggy Guggenheim, i capolavori della Collezione Gianni Mattioli, il Giardino delle sculture Nasher e mostre temporanee.


Oggi la Collezione è di proprietà della Fondazione Solomon R Guggenheim che la gestisce insieme al Museo Solomon R. Guggenheim di New York, al Guggenheim Museum Bilbao e al Deutsche Guggenheim Berlin.

A cura della redazione di Insidecom