Castello di Monselice Apertura al pubblico

Dal 27 marzo 2011 al 27 novembre 2011

Riapre al pubblico il monumento che riassume in s tutta la storia di Monselice. Con la bella stagione e fino alle porte dell'inverno, sarà possibile visitare lo storico complesso della ridente cittadina della bassa padovana: un viaggio fra archeologia, cultura e arte in uno scenario di rara bellezza. Il cosiddetto Castello Cini sorge ai piedi di quello che il simbolo del borgo, il Colle della Rocca, e comprende diverse costruzioni appartenenti a varie epoche. Tanti i volti che ha assunto nel corso dei secoli a seconda della dominazione presente sul posto. Da dimora signorile a torre difensiva a villa veneziana, il Castello di Monselice ha cambiato spesso ruolo durante la storia e racconta questa trasformazione attraverso i quattro elementi, sorti fra l'XI e il XVIII secolo, che sono evidenziabili nella struttura: la Casa Romanica (XI sec. il Castelletto (XII sec. la Torre Ezzeliniana (XIII sec.) e Ca' Marcello (XV sec. il palazzo che la nobile famiglia veneziana dei Marcello fece erigere a collegamento degli altri nuclei. I nobili hanno poi per lungo tempo ritoccato il corpo della villa, aggiungendo un edificio adibito a biblioteca (XVI sec. ristrutturando il cortile veneziano (XVII sec.) e completando il tutto con una cappella privata (XVIII sec.). L'ultima famiglia ad avere avuto la propriet del maniero fu quella dei Girardi Cini e proprio la cura e l'interesse del Conte Vittorio Cini, a partire dagli anni Trenta del secolo scorso, sono intervenute al momento opportuno risollevando le sorti del castello altrimenti avviato al decadimento. Il complesso monumentale oggi della Regione Veneto che ne ha fatto un museo regionale insieme all'Antiquarium Longobardo, sito al piano terra del palazzo della biblioteca, e al Mastio Federciano. L'Antiquarium ospita una necropoli longobarda, databile al VII sec., rinvenuta nel Colle della Rocca. Il Mastio Federciano invece un'affascinante costruzione militare commissionata dall'Imperatore Federico II a Ezzelino da Romano: oggi al suo interno sono conservati tutti i reperti venuti alla luce nello scavo. A met del colle si pu andare a vedere (solo esternamente) Villa Duodo, appartenente ad un'altra nobile famiglia veneziana: qui siamo a ridosso del percorso denominato delle Sette Chiese. Sempre dentro il palazzo della biblioteca visitabile il Museo delle Rarit Carlo Scarpa, il celebre architetto e designer veneziano, il cui genio qui magnificamente descritto da pezzi unici. Tante visite in un solo percorso: una bellissima esperienza che la primavera e l'estate arricchiscono ulteriormente.

Apertura dal Marted alla domenica.

Orari:Castello:periodo ora solareh 9.00 10.00 11.00h 14.00 15.00 16.00periodo ora legaleh 9.00 10.00 11.00h 15.00 16.00 - 17.00Antiquarium:dalle h 10.00 alle h 12.00dalle h 15.00 alle h 17.00Museo delle Rarit Carlo Scarpa:dalle h 10.00 alle h 12.00dalle h 15.00 alle h 17.00

A cura della redazione di Insidecom