Electro Venice Festival 2011

18 giugno 2011

Lo scorso anno ha totalizzato ben 20000 presenze, un enorme successo, ospitando musicisti e deejay di fama mondiale appartenenti alle sonorit della scena Elettronica e Techno: Ellen Allien, Mr. Oizo, Digitalism, Richie Hawtin e molti altri, hanno fatto ballare vivacemente il pubblico sotto le stelle della laguna veneziana, segnando l inevitabile successo del festival e la sua seconda riproposizione quest anno, sempre sugli ampi spazi di Parco San Giuliano a Mestre (VE).

L evento, unico nel suo genere per quanto riguarda la nostra penisola, si terr il 18 Giugno dalle 16:00 fino a notte inoltrata e riconfermer la presenza di due palchi distinti: il White Stage per la musica Techno e derivati, il Red Stage per la musica Elettronica; in questo scenario brioso spiccher l headliner dell evento: Fatboy Slim, autore del famoso singolo "Turn On, Tune In, Cop Out piazzatosi in passato ai primi posti delle classifiche ed utilizzato dalla Levis per una campagna pubblicitaria.

Oltre al famoso deejay inglese, saranno partecipiù delleuforia della serata altri musicisti importanti: il canadese Deadmau5 uno dei maggiori interpreti del panorama elettronico mondiale, un artista che possiede quasi tre milioni di fan e che viene considerato l erede dei Daft Punk; ad infiammare il parco ci sarà inoltre Afrojack, fenomeno mondiale autore di numerosi remix di star importanti, i Goose provenienti dal Belgio, molto amati dal pubblico e dalla critica per la combinazione tra dance music e attitudine rock. La serata si preannuncer molto ricca e divertente, per chiudere in casa saranno presenti pure i Reset!, un collettivo di 5 deejay milanesi di primo piano, già esibitisi nei club più importanti di tutto il mondo.

Per gli amanti delle piste da ballo, questo sicuramente un evento imperdibile: per un intera giornata Parco San Giuliano sarà il palcoscenico della musica elettronica mondiale, preannunciando già da adesso un sicuro successo, pari se non superiore a quello dello scorso anno.

A cura della redazione di Insidecom