Figure parigine del primo Novecento

Dal 20 dicembre 2007 al 24 febbraio 2008

Galleria Internazionale dArte Moderna, ospita dal 20 dicembre 2007 al 24 febbraio 2008 Edgard Chahine (1874 1947).

Chi era Edgard Chahine? Nella Parigià del primo decennio del Novecento era più noto di Bonnard, disegnatore adulato del bel mondo, incisore di abilit prodigiosa, illustratore dei libri di Huysmans e di Barrs, amico e sodale di Anatole France, assiduo frequentatore, fino al 1926, di ogni Biennale. Tramontata la Belle Epoque, anche il suo astro si eclissa e morir dimenticato nel 1947. Di lui il gabinetto grafico della Galleria Internazionale dArte Moderna di Ca Pesaro conserva oltre sessanta incisioni - acquisti a diverse edizioni della Biennale o doni dellartista - che documentano efficacemente la sua produzione degli anni doro, dal 1900 al 1920, di cui questa mostra presenta una selezione centrata su alcuni temi e soggetti parigini. Si inaugura cos anche a Ca Pesaro la felice scelta, sperimentata con successo a Ca Rezzonico, di riscoprire e proporre a scadenza periodica i tesori dei fondi preziosi e vastissimi dei Musei Civici veneziani. Le trentaquattro opere in mostra, centrate su soggetti parigini, ben illustrano alcune caratteristiche peculiari del linguaggio di Chahine. Nelle prime prove geniale evocatore di periferie, emarginazione, venditori ambulanti, circhi di strada; cos ottiene i primi riconoscimenti che lo introducono nel bel mondo parigino di cui presto diventer il disegnatore formidabile e conteso. Nel mutare dei soggetti, permangono intatti lacutissimo spirito dosservazione, la sbalorditiva sapienza di segno, la capacit dintrospezione psicologica: denominatore comune dunque locchio dellartista, in cui qualunque scena pu convergere, esser trattata ed empaticamente restituita, attraverso quel suo segno duttile, che si adatta allespressione e domina tutte le tecniche dellincisione - dall'acquaforte alla puntasecca, dall'acquatinta alla ceramolle - alternate o insieme, per ottenere neri vellutati o tratteggi sottili, gamme dei grigià o contrasti di chiaroscuro. Ecco allora la vaporosa leggerezza della danzatrice di can can o le giovani donne allultima moda, in abiti eleganti o in primi piani, o al caff o allopera, ecco certi scorci di vie parigine, ecco i ritratti degli amici, il pittore (Alfred Stevens lattore (W. Lrand) lo scrittore e sodale nellimpegno civile (Anatole France). Alle grafiche di Chahine sono accostate in mostra, per assonanza di temi e soggetti, due coeve sculture rispettivamente del russo Paul Troubetzkoy (Intra 1866 Suna 1938) e dellinglese George James Frampton (Londra 1860 1928).

A cura della redazione di Insidecom