Giostra della Rocca 2015 a Monselice

al via la XXX edizione della celebre manifestazione medievale

Dal 06 settembre 2015 al 20 settembre 2015

Fervono i preparativi per una delle più attese rievocazioni storiche in Veneto: la Giostra della Rocca 2015 vi aspetta dal 6 al 20 settembre a Monselice! Eventi e folklore trasformeranno la cittadina padovana in uno splendido borgo medievale, regalando un'atmosfera davvero unica e suggestiva.

La Giostra della Rocca a Monselice, giunta alla sua XXX edizione, è una grande manifestazione folkloristica che si svolge ogni anno nelle prime tre domeniche di settembre e che richiama migliaia di visitatori provenienti da tutta Italia. Chiamarla 'festa' sarebbe riduttivo: considerato uno dei maggiori eventi della provincia di Padova, il Palio della Rocca è molto sentito dagli abitanti della zona che, suddivisi in nove storiche contrade, dedicano anima e corpo alla preparazione della kermesse.

Le origini della Giostra della Rocca sono molto antiche: la leggenda narra che nel 1239 l'Imperatore Federico II di Svevia, diretto a Padova, soggiornò a Monselice per circa un mese. La Giostra della Rocca ripropone i grandi festeggiamenti avvenuti in quell'occasione, con caratteristiche prove di abilità, tornei e sfilate in costume.

Per chi non avesse avuto la fortuna di partecipare almeno una volta al grande Palio di Monselice, ecco come si svolge. Sono ben nove le contrade della Giostra della Rocca che ogni anno si contendono la vittoria nelle varie competizioni e che sono contraddistinte da diversi gonfaloni:

  • Contrada Ca' Oddo: riconoscibile dal drappo a scacchi di colore bianco e rosa con un albero simile ad un pioppo (definito popolarmente 'povolata') posto al centro
  • Contrada del Carmine: il gonfalone di questa contrada è particolarmente ricco di significati. Lo sfondo bianco rappresenta lo Stato della Chiesa e l'Arcivescovo Fontana, mentre le losanghe indicano le tre battaglie contro l'esercito di Ezzelino. Le losanghe minori poste ai lati, ricordano lo sbarco di Correzzola e la conquista di Piove di Sacco, mentre quella più grande posizionata al centro raffigura la liberazioni di Padova, motivo principe della crociata
  • Contrada Marendole: i colori che caratterizzano questa contrada sono il bianco ed il nero, disposti nel drappo a quadri alterni ed impreziositi dalla figura di un drago
  • Contrada Monticelli: è caratterizzata da un gonfalone a bande rosse e nero
  • Contrada di San Bortolo: si contraddistingue da un drappo in raso di colore verde e rosa, con il nome della contrada ed il suo simbolo, la capasanta
  • Contrada San Cosma: lo stendardo presenta un grappolo d'uva, simbolo della contrada, su uno sfondo a strisce verdi e bianche
  • Contrada San Giacomo: i colori del gonfalone sono l'azzurro ed il bianco, mentre sullo sfondo compaiono due braccia incrociate, simbolo dell'incontro tra il braccio di San Francesco e quello di Cristo
  • Contrada San Martino: il gonfalone presenta uno sfondo a scacchi blu e gialli con il simbolo della contrada, il pane votivo di Santa Lucia a curiosa forma di occhio
  • Contrada Torre: su uno sfondo di colore rosso, bianco e oro, troneggia al centro la torre, simbolo della contrada

La parte agonistica della manifestazione che ogni anno porta una colorata nota di folklore in Veneto, è rappresentata dalle varie gare che vengono disputate. La prima sfida della Giostra sarà il torneo di scacchi: dopo una gara tra contrade con il classico girone all'italiana, il torneo entrerà nel vivo ed inizieranno le partite con scacchi viventi. Il risultato sarà molto importante in quanto determinerà l'ordine di sfilata delle nove contrade nell'attesissimo Corteo Storico in cui, i vincitori della gara di scacchi, potranno sfilare con il conteso Sigillo di Monselice ed il Gonfalone della Giostra.

La seconda gara in calendario alla Giostra della Rocca è il tiro con l'arco: gli arcieri in sfida, due per contrada, dovranno indossare abiti con i colori di appartenenza ed utilizzare archi storici omologati in precedenza dai giudici. La somma dei punti di ogni singolo arciere determinerà la vittoria della contrada mentre la graduatoria individuale sarà determinante per gli accoppiamenti dell'importante gara della 'Quintana'.

Dopo circa 15 minuti dalla fine del tiro con l'arco, la storica manifestazione di Monselice proseguirà con la corsa a staffetta, alla quale potranno partecipare cinque persone per ogni contrada, suddivise in base all'età. Gli atleti dovranno percorrere per tre volte il tracciato delimitato dalle transenne e scambiarsi il testimone attendendosi fermamente alle regole pena squalifica.

Una delle prove più spettacolari inserite nel programma della Giostra della Rocca 2015 è la gara delle macine. Questa specialità, inserita nel 1990, è una prova di forza e, allo stesso tempo, di intelligenza. Gli atleti delle due contrade in gara dovranno spingere con tutte le loro forze e nella stessa direzione un grosso palo di ferro inserito orizzontalmente dentro a due grandi ruote in cemento. Si aggiudicherà la vittoria la squadra che riuscirà ad abbattere per prima la bandiera avversaria, posta sul piedistallo delle ruote. Se allo scadere del tempo massimo, fissato in tre minuti, nessuna bandiera sarà ancora caduta, i giudici assegneranno il primo posto alla contrada in vantaggio, controllando il misuratore posto nella macina di cemento.

Ed eccoci arrivati alla gara più acclamata della Giostra della Rocca, la 'Quintana'. A questa emozionante competizione equestre parteciperanno due rappresentati per contrada: 18 cavalieri si daranno filo da torcere, scontrandosi in batterie ad eliminazione diretta. I partecipanti, al suono della campana, dovranno percorrere tre volte il tracciato previsto partendo da rettilinei contrapposti e raggiungere la parte opposta della pista, dove si trova la famosa 'quintana', un braccio fisso al quale sono appesi tre anelli di misure crescenti e corrispondenti a diversi punteggi. Ogni cavaliere, durante i tre giri di pista, dovrà riuscire ad infilare nella sua lancia tutti e tre gli anelli, senza farli cadere durante il tragitto. Tra gli eventi a Monselice, non perdete questa straordinaria sfida, considerata da sempre l'evento culminante dell'intera manifestazione!

Oltre alle sfide già citate, sono davvero tanti gli appuntamenti che vi aspettano alla nuova edizione della Giostra della Rocca: il mercatino medievale con caratteristiche botteghe artigiane e vendita di prodotti tipici, il Palio dei Santi - ovvero la premiazione della contrada che ha ottenuto il miglior punteggio durante le gare -, la gara della tenzone dei tamburi arricchita da figure coreografiche e, gran finale, lo spettacolare Corteo Storico che costituisce la fase più imponente e di maggior impatto della Giostra della Rocca.

Al Corte Storico, composto da più di mille figuranti, ogni contrada deve obbligatoriamente portare in sfilata il proprio gonfalone, un gruppo armato con i tipici equipaggiamenti utilizzati a Monselice intorno al 1300, la fedele ricostruzione di una macchina bellica, una tipica bottega artigiana ed un personaggio di spicco che abbia fatto la storia di Monselice. Va sottolineata la minuziosa e dettagliata ricostruzione delle macchine da guerra: catapulte, arieti, torri, caldaie della pece, balestre ed altri strumenti, vengono riprodotte in scala naturale. Uno spettacolo assolutamente imperdibile tra le tante manifestazioni nella provincia di Padova previste per quest'anno!

Segnate in agenda le date della Giostra della Rocca di Monselice: dal 6 al 20 settembre 2015 vi aspetta una delle più attese feste medievali in Veneto! Prenotate uno dei nostri hotel a Padova e lasciatevi travolgere dell'entusiasmante e suggestiva atmosfera che si respira durante questa strepitosa manifestazione!

XXX EDIZIONE DELLA GIOSTRA DELLA ROCCA

LOCATION: Monselice centro storico

DATE: dal 6 al 20 settembre 2015

A cura della redazione di Insidecom