87 Festival Lirico

Dal 19 giugno 2009 al 30 agosto 2009

Anche in questo 2009 lestate areniana risplende sotto le stelle della lirica, in un cartellone ricco e variegato che sa sempre unire la tradizione ad elementi di novit, adempiendo da un lato al suo ruolo di evento classico e dallaltro risvegliando regolarmente linteresse per la kermesse agli occhi di chi credeva di averla già vista. Fatto sta che ogni anno viene indicata una direzione precisa da seguire e sviluppare per il successivo e che non cessa mai da parte dei melomani la curiosit di sapere cosa accadr di nuovo in quello che uno degli scenari più belli del mondo per lopera. Cinque sono i titoli di questa edizione con in più il 24 luglio una Serata di Gala per i 40 anni dal debutto in Arena del grande tenore Placido Domingo, che la far quindi da protagonista in una vera festa della musica, già passata alla storia fin dal suo annuncio. Durante la serata, in cui verranno riproposte celebri arie e duetti da opere quali Otello, Carmen e Cyrano de Bergerac, il cantante sarà affiancato da altri nomi celebri della lirica. Ad occuparsi della conduzione, il Maestro Pier Giorgio Morandi.

Entrando nel calendario canonico delle opere in scena, si comincia il 19 giugno con la Carmen di Bizet in un allestimento di Franco Zeffirelli rinnovato per loccasione. Protagonista anche qui Placido Domingo, ma alla bacchetta di direttore e soltanto per le prime quattro rappresentazioni: il 19 e 27 giugno e il 2 e 9 luglio. Poi passa il testimone a Julian Kovatchev.

Come titolo si prosegue con unaltra celebrit, quella dellAida di Verdi: prima opera mai rappresentato in Arena (che compare in ben 49 edizioni qui riproposta nelle scenografie da Gianfranco de Bosio, il quale si ispirato proprio alla prima produzione areniana del 1913 firmata dallarchitetto Ettore Fagioli. Dirige Daniel Oren. La prima il 20 giugno.

Il 27 giugno la volta della Turandot di Puccini diretta anche questa da Oren. Regia di Yuri Alexandrov, scene e costumi di Viacheslav Okunev.

L11 luglio debutter Il Barbiere di Siviglia di Rossini con la bacchetta di Antonio Pirolli e gli allestimenti di Hugo de Ana, mentre il 15 agosto il palco dellanfiteatro romano ospiter un altro capolavoro pucciniano: la Tosca, con regia, scene e costumi di Hugo de Ana e la direzione dorchestra di Pier Giorgio Morandi.

Cinquanta in totale gli spettacoli con repliche sempre accompagnati dal prestigio dellOrchestra, del Coro e del Corpo di Ballo dellArena di Verona.

A cura della redazione di Insidecom