"Il Divisionismo. La luce del moderno" a Palazzo Roverella a Rovigo

Dal 25 febbraio 2012 al 23 giugno 2012

Considerato tra i più importanti eventi espositivi italiani di questanno, "Il Divisionismo. La luce del moderno" si terr a Palazzo Roverella dal 25 febbraio al 23 giugno 2012. Definita una delle più emozionanti stagioni dellarte italiana degli ultimi secoli, il Divisionismo viene qui riproposto con un taglio nuovo e una scelta perfetta di opere. Il periodo in esame quello tra il 1890 e la fine della Prima Guerra Mondiale. Negli anni del puntinismo di Signac e Seurat, che fanno esplodere in Francia il Neo Impressionismo, anche in Italia diversi artisti si cimentano nelluso diviso dei colori complementari, con grande originalit e interpretando magistralmente la luce del moderno.

Ritenuta la prima effettiva cesura rispetto agli stili del passato, il Divisionismo, grazie alle sue sperimentazioni del tutto nuove, consente agli artisti che si affacciano alle soglie del Novecento di affrontare con tecnica spesso audace e coraggiosa le tematiche del nuovo secolo, dal mutato rapporto con la realt agreste allevoluzione della città moderna, dalle scoperte scientifiche agli incombenti conflitti sociali. Nel Divisionismo italiano invece dei puntini e delle barrette colorate del Neo Impressionismo troviamo filamenti frastagliati che, anzich accostarsi, spesso si sovrappongono in uno spirito completamente diverso: la nuova tecnica pittorica aiuta a rappresentare l'intimit, l'allegria, lo spiritualismo, il simbolismo, l'ideologia anche politica per non parlare dei sentimenti, delle passioni e delle istanze che univano quella generazione di artisti. una pittura di luce e di colore ma anche, e soprattutto, una pittura di emozioni.

L'indagine proposta a Palazzo Roverella riguarda questo momento magico dell'arte italiana, includendo nella prospettiva critica anche artisti finora solo episodicamente annessi al Divisionismo come Vittore Grubicy de Dragon, con il suo Divisionismo fatto di musica e di ricerca scientifica, e Plinio Novellini, icona del Divisionismo tra Toscana e Liguria e prototipo delle diverse dimensioni territoriali che sono forse la maggiore ricchezza del movimento, messe giustamente in evidenza da questa mostra.

Si prospetta dunque l'occasione perfetta per ampliare e valorizzare un movimento che incrocia le diverse tradizioni regionali e impone mutazioni stilistiche del tutto nuove rispetto al verismo ottocentesco. Ampliando lo spettro dellindagine ai diversi contributi, oltre ai protagonisti ormai consacrati come Segantini, Morbelli e Pellizza da Volpedo, si scoprono anche coloro che seppero individuare rivoli autonomi di sperimentazione luminosa. Dal ricordo della storica Sala Divisionista della Biennale del 1914, per giungere fino alla straordinaria stagione divisionista di artisti come Giacomo Balla, Umberto Boccioni, Gino Severini, Carlo Carr e alla Secessione Romana, considerati gli ultimi bagliori di una vicenda artistica che va a concludersi sfociando nel rivoluzionario Futurismo. La mostra si articola in sei sezioni volte a fornire un filo logico-cronologico alla scoperta di questa straordinaria stagione artistica:Prima sezioneLa stagione di Vittore Grubicy: il divisionismo tra scienza e musicaSeconda SezioneIl divisionismo alla riscossa: il dramma sociale da Morbelli a PellizzaTerza sezioneIl ciclo vitale secondo il divisionismo: dalle Veneri alle ParcheQuarta SezioneLala eroica del divisionismoQuinta sezioneIl progresso della luce: gli antefatti del futurismoSesta SezioneVerso La Secessione ORARI:feriali 9.00-19.00; sabato 9.00-20.00; festivi 9.00-20.00.

Chiuso i lunedì non festivi.BIGLIETTI MOSTRAIntero: 9 ;Ridotto: 7 (over 65, studenti universitari, insegnanti con documento, categorie convenzionate);Gratuito: (fino ai 6 anni, portatori di handicap con 1 accompagnatore, giornalisti con tesserino, militari in divisa);Speciale ragazzi: 5 (dai 7 ai 18 anni)Speciale 5 : martedì e mercoledì 9.00 13.00Residenti a Rovigo o provincia: ingresso ridotto e, per chi ritorna con il biglietto acquistato precedentemente, ingresso omaggio e tariffa ridotta per gli amici.

Speciali sconti per famiglie:2 adulti + 1 bambino (fino 18 anni): 15 2 adulti + 2 bambini (fino 18 anni): 20 2 adulti + 3 o più bambini (fino 18 anni): 20 , il terzo o più bambini entrano gratis; Gruppi (min 20 persone): 7 e gratuito per 1 accompagnatore;

A cura della redazione di Insidecom