'Ippolito Caffi 1809 - 1866. Tra Venezia e l'Oriente' al Museo Correr

Una mostra sul più grande visionario vedutista dell'Ottocento, a 150 anni dalla sua morte

Dal 28 maggio 2016 al 08 gennaio 2017

Prodotti acquistabili
Alloggi

Dal 28 maggio 2016 all'8 gennaio 2017 il Museo Correr - Mostre 2016 ospita 'Ippolito Caffi 1809 - 1866. Tra Venezia e l'Oriente' un'affascinante retrospettiva dedicata al più visionario ed originale vedutista ottocentesco.

La mostra al Museo Correr, Venezia, è organizzata in occasione del 150° anniversario della morte di Caffi, avvenuta nel 1866 proprio nell'anno dell'annessione di Venezia e del Veneto al Regno d'Italia… Caffi, grande patriota, muore poco prima di questa storica data nella battaglia di Lissa, a causa dell'affondamento della Re d'Italia sulla quale si era imbarcato per seguire e documentare in prima persona le vicende della terza guerra d'indipendenza.

In mostra al Museo Correr 2016 una parte della collezione del pittore appartenente alla Fondazione Musei Civici Venezia che, oltre alle 150 opere selezionate per la mostra al Museo Correr 'Ippolito Caffi, 1809 - 1866, Tra Venezia e l'Oriente', può vantare quasi altrettanti disegni sciolti e ventitré album… La mostra su Caffi al Museo Correr vedrà esposto questo eccezionale corpus artistico dopo oltre cinquant'anni di oblio nei depositi di Ca' Pesaro! L'intero fondo di Caffi è stato donato nel 1889 dalla vedova dell'artista a Venezia, città che l'artista ha profondamente amato, lottando per la sua libertà ed immortalandola in quadri di emozionante bellezza che portano alla luce una maestria e delle capacità che non trovano eguali in tutto il XIX secolo…

Di origini bellunesi, ma veneziano d'adozione, Ippolito Caffi è stato definito un eccezionale pittore -reporter in grado di osservare e documentare la realtà fondendo l'occhio attento di Canaletto ad una sensibilità artistica del tutto personale. Animo inquieto, sognatore e patriota convinto, Caffi ha viaggiato moltissimo durante la sua vita, attraversando luoghi spesso ritenuti pericolosi ed inaccessibili.

Nei primi anni del suo lungo peregrinare, Ippolito Caffi perfeziona la tecnica che lo accompagnerà lungo tutta la sua vita artistica: l'artista era solito realizzare en plein air, sul luogo, una prima bozza (modelli di piccole dimensioni, disegni o appunti) che poi elaborava in studio in più e più riprese... Il Museo Correr di Venezia - mostra 2016 darà spazio anche ad alcuni di questi originali bozzetti, che costituiscono la prima e più istintiva versione di un soggetto che verrà poi più volte replicato nel corso del tempo.

'Ippolito Caffi - Tra Venezia e l'Oriente' vuole essere un tributo al più originale e innovatore vedutista della sua epoca… Nessuno come lui ha saputo trasferire in pittura l'anima dei luoghi e dei popoli che ha incontrato durante i suoi numerosi viaggi: i dipinti di Ippolito Caffi in mostra a Venezia sono una preziosa testimonianza delle zone visitate dal pittore in Italia, Europa e nel bacino del Mediterraneo; ad oggi, rappresentano la più completa raccolta esistente sul percorso artistico di un pittore ottocentesco.

Instancabile viaggiatore, per inquietudine personale o semplice curiosità Caffi esplorò ambienti molto diversi tra loro e in grado di stimolare la sua crescita artistico e personale. La mostra su Ippolito Caffi al Museo Correr di Venezia presenta questo lungo ed affascinante peregrinare tra Roma, Napoli, Venezia e il Vicino Oriente, viaggi personali o mete obbligate dal suo attivismo patriottico: monumenti, spazi urbani, architetture, vita sociale e istantanee in grado di trasmettere un'immagine viva e realistica di gran parte dell'Ottocento, trattato tanto meticolosamente quanto in modo poetico e personale. Ne emerge una modernità strabiliante, che eleva Caffi al di sopra del canoni della sua epoca.

Paragonato a Canaletto per la sua indubbia abilità prospettica, Ippolito Caffi in realtà 'supera' il grande maestro del Settecento portando il genere del vedutismo sulla strada della contemporaneità, grazie alla sua abilità nel rendere il dato atmosferico in pittura e grazie ad un approfondito studio sugli effetti della luce. La luce che emanano i quadri di Caffi è pura emozione, parla solo l'emotività dell'artista, tradotta in pittura attraverso un'attenta analisi delle sfumature ambientali e degli elementi che vanno a comporre l'opera… Questo rende i suoi quadri tanto amati e suggestivi, una perfetta armonia tra luce artificiale e naturale, chiaroscuri che oltrepassano il concetto di vedutismo tradizionale e si inseriscono in un'ottica più moderna e pittoresca.

Il viaggio in Oriente, iniziato nel 1843, rappresenta una tappa di fondamentale importanza per la crescita umana ed artistica di Ippolito Caffi, in particolare per la resa della luce. Attraversando Grecia, Turchia, Egitto, Nubia, Siria, Armenia e Palestina, entra in contatto con una nuova consapevolezza sulla luce e sulle sue rifrangenze, riuscendo a trasportare nelle sue opere quel 'caldo rimbalzare e baluginare contro marmi candidi e distese sabbiose senza confine, dove la linea dell'orizzonte si perde all'infinito'.

Una grande mostra a Venezia, Museo Correr vuole rendere omaggio all'artista che è stato definito il più innovativo vedutista dell'800, nonché un grande patriota autore di una vita che si potrebbe descrivere solo in un'appassionate romanzo tra arte e politica.

La mostra su Ippolito Caffi a Venezia, curata da Annalisa Scarpa, una delle maggiori studiose del pittore, è promossa dalla Fondazione MUVE, Civita Tre Venezie e Villaggio Globale International.

 

Mostra Ippolito Caffi al Museo Correr

da lunedì a giovedì: 10.00 - 19.00 (ultimo ingresso alle 18.00)

da venerdì a domenica: 10.00 - 23.00 (ultimo ingresso alle 22:00)

Dal 1 novembre 2016

tutti i giorni: 10.00 - 17.00 (ultimo ingresso alle 16.00)

 

  • Intero: € 10,00
  • Ridotto: € 8,00 (ragazzi da 6 a 14 anni, studenti fino 25 anni, over 65, personale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, possessori Museum Pass e/o VeneziaUnica Pack Adult e Junior, titolari Carta Rolling Venice e/o Carta Giovani, gruppi di min.15 persone, membri Icom, clienti Trenitalia con biglietto Frecciargento e Frecciabianca con destinazione Venezia e/o biglietto internazionale con destinazione Italia, dipendenti Gruppo FS, possessori di Carta Freccia, titolari Carta Servizi Cinema Più, soci Touring Club Italiano.
  • Ridotto speciale: € 5,00 (titolari di Muve Friend Card, possessori biglietto I Musei di Piazza San Marco, residenti nel Comune di Venezia)
  • Ridotto scuole: € 4,00
  • Gratuito per portatori di handicap con accompagnatore, guide autorizzate della Provincia di Venezia, interpreti turistici che accompagnino gruppi e docenti accompagnatori di gruppi scolastici (solo fino ad un massimo di 2 per gruppo), 1 accompagnatore di gruppi di adulti, Partner ordinari MUVE, possessori di The Cultivist card.
A cura della redazione di Insidecom