Jethro Tull in concerto

16 luglio 2010

Fra gli appuntamenti caldissimi del Piazzola Live Festival, cartellone fra i più ricchi dellestate italiana di concerti, c sicuramente quello del 16 luglio con i Jethro Tull: gruppo intramontabile in mano allistrionico Ian Anderson, cantante, polistrumentista e flautista per caso, che riuscito a raccogliere milioni di fan in tutto il mondo con un suono forgiato ad hoc ed una presenza scenica incantatrice.

Festeggiati nel 2008 i 40 anni dalla pubblicazione di This Was, album in elegante equilibrio tra blues, folk, jazz e classica che contiene la gemma Song for Jeffrey, Anderson e compagni continuano il tour celebrativo di una delle carriere che riuscita ad attraversare in modo sempre convincente gli ultimi quattro decenni di storia della popular music.

Dischi sorprendenti come il già citato debutto, il successivo Stand Up (in cui si appropriano della Boure di Bach dalla Suite per liuto n.1 Aqualung (in un certo senso il loro manifesto rock Thik as a Brick, Living in the Past, A Passion Play, Minstrel in the Gallery, la trilogia folk di Songs from the Wood, Heavy Horses e Stormwatch, ma anche i più recenti Crest of a Knave e Catfish Rising (cd che si affaccia ai Novanta con una nuova linfa e grinta da vendere) dimostrano che per i Jethro Tull di Ian Anderson larte, la ricerca e una passione che doveva per forza strabordare sul palco venivano prima di tutto il resto: il pubblico infatti c'era di conseguenza. Un elemento poi da non sottovalutare negli album dei Jethro Tull la grafica di copertina, mai in secondo piano rispetto al contenuto. Oggi le logiche di mercato sono stravolte eppure con la stessa genuinit e assoluta convinzione Anderson, i fidi Martin Barre (chitarra) e Doane Perry (batteria ben supportati dalle nuove reclute David Goodier (basso) e John OHara (tastiere portano in giro una lezione di musica che il tempo non potrà mai scalfire e da cui si pu solo imparare. Il rapporto col nostro paese sempre stato molto sentito da ambo le parti, lo dimostrano le migliaia di fan italiani e il fatto che, con 65 milioni di dischi venduti nel mondo e più di 3000 concerti in 40 paesi diversi, per il gruppo lItalia rappresenti ancora un appuntamento immancabile ad ogni partenza di tour. Assolutamente da non perdere.

A cura della redazione di Insidecom