Le verit nascoste. Racconti e intrecci nella pittura veneta del Cinquecento

Dal 18 febbraio 2011 al 19 giugno 2011

A Conegliano in arrivo una grande mostra sulla pittura veneta del Cinquecento. Dopo il successo riscosso dall'ultima esposizione sulla celebrit autoctona Giambattista Cima, conosciuto appunto come Cima da Conegliano, ecco quindi un nuovo evento a Palazzo Sarcinelli che promette di radunare opere immortali del Rinascimento italiano: lo stesso Cima, Giorgione e Tiziano saranno alcuni degli illustri esponenti della scuola veneta di tale periodo artistico ad essere esposti, ma non mancheranno altri nomi ad infittire il significato dell'intrigante titolo previsto per la mostra, Le verit nascoste. Racconti e intrecci nella pittura veneta del Cinquecento. Promossa dall'Associazione Artematica di Andrea Brunello e curata da Giovanni Federico Villa, l'esposizione si preannuncia una novit assoluta, in quanto, apprendiamo dalle parole di Brunello, indagher tramite supporti multimediali i tanti perch che escono dal discorso meramente artistico e che hanno a che fare con i committenti e le loro vite. Lo sguardo dei personaggi e il motivo di un dato tema raffigurato troveranno dunque affascinanti parallelismi pronti a svelarci lati inediti su chi commissionava le opere ma anche sugli artisti stessi. Un'idea che sposta la prospettiva e il classico approccio all'arte, rendendolo più appassionante e vero, oltre che nuovo: sempre da Brunello veniamo infatti a sapere che la mostra verr pure esportata all'estero.

Un'ulteriore novit che dimostra l'entusiasmo sorto attorno all'evento la sinergia con la Regione che si tradurr in uno spazio esclusivo all'interno di Palazzo Sarcinelli dove saranno presentate le eccellenze venete a cominciare dai prodotti tipici.

A cura della redazione di Insidecom