'...Ma un'Estensione'. Gastini, Icaro, Mattiacci, Spagnulo

A Venezia, le opere di quattro grandi artisti a confronto

Dal 26 settembre 2015 al 28 febbraio 2016

Prodotti acquistabili
Alloggi Ticket

A Venezia, tra le mostre in corso, non potete assolutamente perdere '… Ma un'Estensione'. Ospitata dalla Galleria Internazionale d'Arte Moderna Ca' Pesaro fino al 28 febbraio 2016, l'esposizione mette a confronto le opere di quattro grandi artisti contemporanei: Marco Gastini, Paolo Icaro, Eliseo Mattiacci e Giuseppe Spagnulo.

A dimostrazione del suo consueto interesse per l'accostamento di pittura e scultura, Ca' Pesaro è lieta di presentare al grande pubblico la mostra '… Ma un'Estensione', un profondo dialogo su arte e vita scaturito dalla pluriennale amicizia che lega i quattro protagonisti: Gastini Marco, eclettico pittore torinese in grado di mettere costantemente in dialogo pittura, spazio e materia, Mattiacci Eliseo, scultore marchigiano noto per utilizzare i più svariati materiali, soprattutto quelli metallici, Spagnulo Giuseppe, maestro nel far sembrare leggere anche le sculture più imponenti e Icaro Paolo, uno dei più apprezzati maestri della scultura italiana di oggi.

Questa originale mostra d'arte contemporanea a Venezia, rientra nel progetto ideato dalla Fondazione Musei Civici di Venezia ed intitolato 'MuVe Contemporaneo': giunta quest'anno alla seconda edizione, l'iniziativa si propone di dialogare attivamente con la Biennale d'Arte attraverso l'esposizione di opere d'arte moderna.
Da Palazzo Fortuny al Museo Correr, da Ca' Pesaro a Palazzo Mocenigo, le più celebri sedi museali del capoluogo veneto ospiteranno i più grandi nomi dell'arte di oggi, per tenere sempre vivo il dialogo tra patrimonio antico e moderno e creare uno scambio costruttivo tra i linguaggi passati e quelli attuali.

'… Ma un'Estensione', una tra le più particolari mostre d'arte contemporanea a Venezia, mette in evidenza alcuni aspetti che accumunano i quattro protagonisti. Pur lavorando in maniera estremamente differente, Gastini, Icaro, Mattiacci e Spagnulo condividono appieno la teoria dello scultore Medardo Rosso e del pittore Umberto Boccioni, secondo la quale si deve 'porre lo spettatore al centro del quadro', nonché il punto di vista di Arturo Martini che, riferendosi alla scultura, invoca '… fa che io non sia un oggetto, ma un'estensione', frase da cui prende spunto il titolo della mostra a Ca' Pesaro - Galleria Internazionale d'Arte Moderna.

Vale la pena spendere qualche parola sulla magnifica location veneziana che ospita l'esposizione: il sontuoso Palazzo di Ca' Pesaro. Situato nel sestiere di Santa Croce e affacciato direttamente sul Canal Grande, l'edificio fu costruito intorno alla metà del 1600 per volontà della nobile famiglia Pesaro e su progetto dell'architetto barocco Baldassarre Longhena, a cui si deve, peraltro, la realizzazione di altre importanti opere quali Ca' Rezzonico e la Chiesa della Madonna della Salute.

Nel 1897, in occasione della seconda edizione della Biennale, si avvia la collezione municipale d'arte contemporanea, che permetterà a Ca' Pesaro di essere designato, nel 1902, sede permanente della Galleria Internazionale d'Arte Moderna.
Nella prima metà del Novecento, l'edificio diviene la sede delle celebri Mostre Bevil'acqua La Masa, che si riveleranno un ottimo trampolino di lancio per giovani artisti come Casorati, Arturo Martini, Boccioni e Gino Rossi.

Il Palazzo di Ca' Pesaro ospita oggi anche il Museo d'Arte Orientale di Venezia, una delle più preziose collezioni internazionali d'arte giapponese del Periodo Tokugawa: più di 30.000 pezzi tra armature, pugnali, spade, delicate porcellane e lacche, con importanti sezioni interamente dedicate all'arte indonesiana e cinese.
Tali oggetti, acquistati dal Principe Enrico II di Borbone durante il suo viaggio in Asia, vennero inizialmente custoditi presso la sua dimora a Palazzo Vendramin Calergi. In seguito alla sua morte però, l'intera collezione passò ad un antiquario di Vienna che iniziò l'attività di vendita; fu solo dopo la fine del primo conflitto mondiale che i preziosi oggetti tornarono in Italia, come indennizzo per i danni di guerra subiti dal nostro Paese.
Dal 1928, grazie ad un accordo tra il Comune di Venezia e lo Stato, questa raccolta di inestimabile valore è ospitata nelle splendide sale di Ca' Pesaro. 

Dal 26 settembre 2015 al 28 febbraio 2016, venite ad ammirare i lavori di Eliseo Mattiacci, Marco Gastini, Giuseppe Sagnulo e Paolo Icari nella mostra '… Ma un'Estensione' a Venezia, Ca' Pesaro - Galleria d'Arte Moderna. L'esposizione è visitabile con il normale biglietto d'ingresso al museo acquistabile anche on line sul nostro portale.

E per una visita più approfondita della mostra e del Museo, richiedete una delle nostre esperte guide compilando l'apposito form: vi risponderemo il prima possibile, dopo aver controllato l'effettiva disponibilità.

 

Ca' Pesaro 2015 presenta la mostra '… Ma è un'Estensione'

Location: Venezia - Palazzo Ca' Pesaro

Date: dal 26 settembre 2015 al 28 febbraio 2016

 

Orari:

Fino al 31 ottobre 2015, da martedì a venerdì 10.00 - 18.00 (ultimo ingresso alle ore 17.00)

Dal 1 novembre 2015 in poi, da martedì a venerdì 10.00-17.00 (ultimo ingresso alle ore 16.00)

A cura della redazione di Insidecom