Osservare e sperimentare

Dal 28 febbraio 2009 al 28 giugno 2009

Caratteri del metodo della scienza modernaNel quarto centenario dallutilizzo del cannocchiale quale strumento per losservazione del cielo da parte di Galileo Galilei e in quello che per decisione dellUNESCO stato proclamato dallONU lAnno Internazionale dellAstronomia, nei primi mesi del 2009 la città veneta che accolse il germe della rivoluzione scientifica ospita una mostra che proprio partendo dallopera dello scienziato pisano esamina le principali caratteristiche del metodo da lui promosso e arriva fino ai giorni nostri. Osservare e sperimentare - Caratteri del metodo della scienza moderna il titolo della mostra allestita presso il nuovo Centro Culturale San Gaetano di Padova (lex tribunale) che si terr dal 28 febbraio al 28 giugno 2009. Concludendo un percorso iniziato nel XV secolo, Galilei con le sue scoperte attuer il passaggio definitivo dalla tecnica o conoscenza manuale alla pura contemplazione, aspetto che diverr appunto il fondamento stesso della nuova scienza, rompendo cos con una tradizione millenaria. Il libro della natura, sostenne Galilei, va sfogliato con curiosit e libert, senza soggiacere allautorit ritenuta fino ad allora assoluta del sapere di carta, quel sapere che cerca nei libri degli antichi la comprensione del mondo naturale. Per questo considera essenziale non solo osservare ma anche sperimentare per verificare ipotesi e teorie fondate su matematiche dimostrazioni. La nuova scienza sperimentale simpose fra mille difficolt nel corso del XVII secolo, mantenendo poi i suoi caratteri sostanzialmente immutati fino ad oggi. A partire dallopera stessa di Galilei e attraverso esempi eclatanti dei secoli successivi, la mostra propone esperimenti e simulazioni multimediali, nonch espone preziosi strumenti scientifici antichi e affascinanti strumenti moderni. diretta ad un pubblico di tutte le et e di tutti i livelli di istruzione.
A cura della redazione di Insidecom