Padova Couture. Artigianato nella moda

Dal 13 novembre 2008 al 21 dicembre 2008

Come accadeva nel Rinascimento, i maestri artigiani tornano al Palazzo della Ragione per esporre le loro creazioni. Il sontuoso salone, uno tra i più grandi spazi coperti dItalia, apre le porte a Padova Couture. Artigianato nella moda, una rassegna volta a percorrere le strade della moda e della sartoria italiana dallantichit al presente. La mostra promossa dalla Commissione Pari Opportunit del Comune di Padova insieme allUnione provinciale artigiani - Confartigianato di Padova, Confederazione Nazionale dellArtigianato e della Piccola e Media Impresa e curata dalla dottoressa Maria Beatrice Autizi. Lesposizione mette in luce la tecnica e il genio degli artigiani veneti attraverso abiti, accessori, gioielli e calzature. Tre sono i percorsi appositamente studiati dai curatori per illustrare passato, epoca moderna e contemporanea della nostra sartoria. La prima parte costituita da fotografie di opere darte e di cicli di affreschi presenti ai Musei Civici agli Eremitani che ricostruiscono le mode e gli stili attraverso i tempi. La seconda parte invece espone i pezzi (alcuni di essi vengono messi in mostra per la prima volta) creati dagli artigiani veneti nel Novecento. Due i grandi nomi presenti in questa parte della rassegna: Eleonora Duse e Pierre Cardin, lo stilista di origini venete ed adozione parigina noto in tutto il mondo. Due gli abiti (provenienti entrambi da collezioni private) che Padova Couture sceglie per celebrare il 150 anniversario della nascita della grande attrice: la famosa vestaglia di scena e labito disegnato da Mariano Fortuny titolato Eleonora in suo onore. Il secondo ospite Pierre Cardin, uno tra i nomi più importanti dellalta moda internazionale che presta alla mostra tre abiti storici della sua collezione.

Nellultima sezione si potrà ammirare tutto il fascino di oltre sessanta abiti contemporanei realizzati per l'occasione da quaranta atelier veneti, impreziositi da quasi duecento gioielli di importanti laboratori orafi. Durante tutta la durata della mostra verranno organizzati eventi collaterali. Levento si avvale del patrocinio della Regione Veneto e della Provincia di Padova. Ha inoltre il contributo della Camera di Commercio di Padova, dellEbav, Ente Bilaterale dellArtigianato Veneto e del Comune di Padova.

A cura della redazione di Insidecom