Biennale Archittetura 2016 - Reporting From The Front

15. Mostra Internazionale di Architettura

Dal 28 maggio 2016 al 27 novembre 2016

Prodotti acquistabili
Alloggi

Da sabato 28 maggio a domenica 27 novembre torna l'appuntamento con la Biennale Architettura: Venezia 2016 ospita 'Reporting from the front' un affascinante viaggio volto a valorizzare il ruolo dell'architettura contemporanea nella società e il suo contributo nella risoluzione di alcune dinamiche di grande attualità.

Curata da Alejandro Aravena, la Biennale Venezia 2016 si suddividerà come di consueto tra le sedi ai Giardini e all'Arsenale formando un unico grande percorso espositivo, senza dimenticare i Paesi che esporranno in diverse sedi del centro storico. Di tutto rispetto sono anche i numeri della 15a Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia: 88 partecipanti, tra i quali si contano ben 50 new entry e 33 architetti under 40, provenienti da 37 paesi, 5 dei quali presenti a Venezia per la prima volta.

Promosso e sostenuto dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, il Padiglione Italia alle Tese delle Vergini in Arsenale è curato da TAMassociati (Massimo Lepore, Raul Pantaleo, Simone Sfriso).

La vernice della 15. Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia avrà luogo nei giorni 26 e 27 maggio; la cerimonia di premiazione e l'inaugurazione della Biennale Architettura Venezia 2016 si svolgeranno sabato 28 maggio.

 

In viaggio attraverso l'America del Sud, Bruce Chatwin, viaggiatore e scrittore britannico, incontrò l'archeologa tedesca Maria Reiche che viaggiava portandosi sulle spalle una scala di alluminio … Stava studiando le linee Nazca, del pietrisco che al primo sguardo sembrava non avere alcun senso. Salendo sulla scala però, le pietre acquisivano un significato: viste da una diversa prospettiva, dall'alto, formavano un albero, un fiore, un animale, …

E' a questo aneddoto che si è ispirato Alejandro Aravena per il tema della Biennale di Architettura a Venezia 2016. La 15 Mostra Internazionale di Architettura vuole dar voce a quanti hanno acquisito una nuova prospettiva e vogliono condividerla con noi, in piedi sotto alla scala: una mostra che si pone di fronte alle sfide sempre più grandi che l'architettura deve affrontare e a cui deve dare risposta attraverso esperienze e nuove conoscenze.

In campo architettonico il progresso non deve essere fine a se stesso ma deve concorrere a migliorare la qualità di vita delle persone. Posta come base la complessità della condizione umana e dei suoi bisogni, l'architettura deve necessariamente agire su diversi fronti: praticità e concretezza, desideri, rispetto della persona, impegno sociale, realtà quotidiana e nuove prospettive.

Il programma Biennale Architettura a Venezia 2016 è rivolto al raggiungimento di un duplice obiettivo: da un lato aumentare il numero di tematiche con le quali l'architettura dovrebbe interfacciarsi e alle quali dovrebbe trovare risposta - non solo arte e cultura, già pienamente trattate, ma anche economia, dinamiche sociali, politica e ambiente; dall'altro riuscire ad integrare più tematiche insieme, dal momento che l'architettura necessita spesso di dover coniugare più dimensioni alla volta.

La Biennale di Architettura a Venezia 2016 vuole dare spazio a quanti guardano l'orizzonte cercando nuovi ambiti da analizzare legati alla pressante situazione attuale: periferie, disuguaglianze, disastri naturali, migrazione, strutture igienico-sanitarie, traffico, inquinamento, … Oltre ad analizzare tali tematiche, la Mostra Internazionale di Architettura Venezia 2016 mira a presentare degli esempi concreti che intreccino creatività e buon senso, pragmatico ed esistenziale, attinenza ed audacia.

Non sarà facile coniugare tutti questi propositi… Vincoli, urgenze, tempo e mezzi insufficienti rappresentano un grave ostacolo allo sviluppo del modello di architettura descritto sopra, senza dimenticare il conservatorismo e l'ottusità della burocrazia che molto spesso non si apre a nuovi orizzonti restando legata ai soliti ambienti monotoni e banali. I professionisti che interverranno alla Biennale d'architettura di Venezia 2016 sono chiamati a condividere esempi e casi pratici in cui l'architettura ha potuto, può e potrà contribuire a migliorare certe situazioni.  

A differenza delle scorse edizioni, che si sono focalizzate sul crescente distaccamento tra società civile ed architettura, la 15 Biennale Architettura Venezia si apre al rinnovamento presentando segnali incoraggianti per il futuro. I risultati già ottenuti non verranno solo sottoposti a giudizio critico, ma saranno soprattutto analizzati: dalla nascita della domanda a come sono stati espressi bisogni e desideri, dai procedimenti amministrativi, politici e logici a come l'architettura sia riuscita a trovare soluzioni costruttive oltrepassando il banale. Verrà evidenziato come i risultati positivi siano stati conseguiti grazie ad un evoluzione nei rapporti tra l'organizzazione umana e la disciplina stessa, un nuovo approccio che ha come protagonista un dialogo costruttivo tra le due parti, affinché l'architettura questa possa condurre ad un risultato che faccia davvero la differenza.

La Biennale Architettura a Venezia 2016 si pone quindi come ultimo obiettivo quello di mostrare come l'architettura possa essere un valido strumento per migliorare alcune condizioni o addirittura risolvere alcune tematiche di pressante attualità… In quest'ottica l'architettura diventa un mezzo indispensabile per la civiltà moderna, non per perseguire stili eccentrici o formali, ma per offrire un valido aiuto in molti campi.

Biennale Architettura Venezia Programma Progetti Speciali 2016

  • 'Reporting from Marghera and Other Waterfronts', curata dall'architetto Stefano Recalcati e presentata nella sede espositiva di Forte Marghera a Mestre, analizza alcuni progetti di riqualificazione urbana di porti industriali e mira a far riflette su una possibile riconversione produttiva di Porto Marghera.
  • 'A World of Fragile Parts', a cura di Brendan Cormier e presentato nel padiglione delle arti applicate alle Sale d'Armi dell'Arsenale. Il progetto è frutto dell'accordo di collaborazione con il Victoria and Albert Museum di Londra e la Biennale di Venezia.
  • 'Report from Cities: Conflicts of an Urban Age', curato da Ricky Burdett, è un padiglione dedicato ai temi dell'urbanizzazione che trova posto sempre alle Sale d'Armi dell'Arsenale. Il progetto si inserisce nel contesto di Urban Age, progetto organizzato dalla London School of Economics e dalla Alfred Herrhausen Society, ed è legato alle tematiche che verranno affrontate nella conferenza mondiale delle Nazioni Unite (Habitat III) in programma a Quito in Equador ad ottobre 2016.

Conversazioni sull'architettura

Per tutto il periodo di apertura, la Mostra di Architettura di Venezia 2016 sarà accompagnata da un ampio programma di incontri, tra i quali vi segnaliamo il gradito ritorno dei Sabati dell'Architettura con gli architetti presenti alla mostra e l'annuale convegno 'Urban Age', organizzato dalla London School of Economics Cities e dalla Alfred Herrhausen Society della Deutsche Bank, in programma il 16 e il 17 luglio.  

Biennale Sessions & Educational alla Mostra Architettura Venezia 2016

La Biennale di Architettura di Venezia 2016 rinnova il suo impegno nel campo della ricerca e della formazione promuovendo facilitazioni per visitare la mostra, assistenza nell'organizzazione del viaggio, percorsi guidati e laboratori.

 

Biennale Architettura Venezia 2016 Date

28 maggio - 27 novembre 2016

Biennale Architettura Venezia 2016 Orari

Orario: 10.00 - 18.00

Orario: 10.00 - 20.00 solo venerdì e sabato fino al 24 settembre, limitato a sede Arsenale.

Chiuso il lunedì (esclusi: 30 maggio, 5 settembre, 31 ottobre e 21 novembre)

A cura della redazione di Insidecom