'Russia Palladiana. Palladio e la Russia dal Barocco al Modernismo' al Museo Correr

una grande mostra dedicata all'influenza di Andrea Palladio in Russia

Dal 27 settembre 2014 al 10 novembre 2014

Tra le numerose mostre 2014 a Venezia, vi segnaliamo 'Russia Palladiana' al Museo Correr.

 

Dal 27 settembre al 10 novembre 2014 l'originale mostra al Museo Correr 'Palladio e la Russia dal Barocco al Modernismo' indagherà la profonda influenza che Andrea Palladio ha esercitato in Russia, un Paese dove la figura del grande architetto, esempio delle eccellenze del Rinascimento italiano, si è imposta come modello di progettazione architettonica, incidendo anche nella formazione della coscienza e della quotidianità.

 

Oltre a presentare la sua profonda influenza nell'architettura e nella vita russa, la mostra di Palladio al Museo Correr di Venezia vuole essere un omaggio a questa straordinaria personalità che ha influenzato l'arte del costruire non solo in Russia, ma anche nel resto del mondo.

 

La mostra 'Russia Palladiana' a Venezia 2014, Museo Correr, è stata organizzata con la collaborazione del Ministero della Cultura della Federazione Russa in occasione delle celebrazioni ufficiali per l'Anno del Turismo Italia-Russia 2014.

 

Inedita per contenuti ed originalità, la mostra a Venezia su Palladio e la Russia consente di ricostruire la storia del cosiddetto palladianesimo russo attraverso numerose testimonianze provenienti dai più importanti fondi museali ed archivistici della Russia, tra cuil'Ermitage, il Museo Statale di Architettura A. V. Ščusev, il Museo dell'Accademia russa di Belle Arti, il Museo di Stato Russo di San Pietroburgo, il Museo-riserva statale dell'architettura e delle arti di Pskov, il Museo Storico di Stato, la Biblioteca Nazionale russa e l'Archivio russo di Stato dei documenti antichi.

 

In mostra al Museo Correr di Venezia progetti, schizzi, modelli, disegni ed opere ispirate alle straordinarie architetture classicheggianti di Andrea Palladio.

 

La mostra al Museo Correr 'Russia Palladiana. Palladio e la Russia dal Barocco al Modernismo' si apre con l'inizio del palladianesimo russo, nato nella prima metà del '700 in seguito alle riforme di Pietro I. La prima traduzione in russo del 'Trattato di Architettura' del Palladio è datata 1699… Da quel momento l'architetto italiano diventa un punto di riferimento nelle terre degli Zar e le sue idee iniziano a plasmare la costruzione di una splendida città come Pietroburgo.

 

Il percorso espositivo del Museo Correr, mostra 'Palladio e la Russia', presenterà poi la vivace epoca di Caterina II, aperta alle innovative tendenze artistiche europee sia nel campo delle arti visive sia in architettura. Caterina II invitò in Russia due grandi seguaci di Andrea Palladio, Giacomo Quarenghi e Charles Cameron, offrendo loro l'opportunità di concretizzare le idee del genio italiano. I due architetti influenzarono a loro volta lo sviluppo della Weltanschauung del maestro russo Nikolaj L'vov: di chiara ispirazione palladiana, le costruzioni di L'vov diedero vita all'usad'ba russa, un fenomeno che coinvolgeva in primis l'architettura, ma che influenzò anche l'arte, la letteratura e la vita quotidiana del tempo.

 

I lavori di L'vov, Quarenghi e Cameron hanno indubbiamente contribuito al 'Secolo d'Oro' della cultura russa, il periodo descritto nell'Evgenij Onegin di Puškin e in Guerra e Pace di Tolstoj che coincide con il regno di Alessandro I. Proprio a quest'epoca dorata il Museo Correr - mostra 'Russia Palladiana' a Venezia 2014 - dedica gran parte dell'esposizione.

 

La mostra 'Russia Palladiana' al Museo Correr, Venezia, dedicherà notevole attenzione anche al persistere del fenomeno del palladianesimo durante il XX secolo quando, all'apice del Modernismo, si assiste ad un ritorno alle forme neoclassiche e alla nostalgia per la cultura delle usad'ba.

 

Inizialmente dediti alle idee del modernismo, gli architetti Žoltovskij, Fomin, e Ščusev iniziarono presto ad ispirarsi alle idee palladiane: lo stile di Andrea Palladio si avvicinava molto anche all'estetica dell'Avanguardia e lo stesso architetto Mel'nikov era un fervente ammiratore del grande architetto veneto. Anche l'architettura staliniana nata dalla fusione tra Avanguardia e Neoclassicismo risente dell'influenza di Andrea Palladio.

 

Il percorso espositivo di questa originale mostra su Palladio a Venezia si conclude con un opera di A. Brodskij che testimonia come le idee dell'architetto rinascimentale rappresentino un punto di riferimento anche per le ultime generazioni.

 

Nelle sale al secondo piano del Museo Correr a Venezia la mostra 'Russia Palladiana' presenterà opere di maestri del calibro di Levickij, Borovikovskij, Soroka, Borisov-Musatov, Sudejkin, Grabar', Benois, Dobužinskij, Kandisnkij e Suetin che testimoniano ancora una volta come i modelli dettati dal Palladio abbiano abbondantemente valicato i confini dell'archiettura.

 

E se siete appassionati di architettura, non dimenticate di programmare una visita alla 14° Biennale di Architettura di Venezia, aperta fino al 23 novembre!

A cura della redazione di Insidecom