Samurai

Dal 27 marzo 2010 al 11 luglio 2010

I samurai sbarcano in laguna. Arriva al Museo Fortuny di Venezia la prestigiosa collezione Koelliker, proveniente da Milano, di armature e accessori appartenuti alla potente casta militare che ha retto il Giappone per sette secoli, lasciando di fatto allimperatore una sovranit di carattere sacerdotale: unesposizione unica in Occidente - assai stimata anche nel paese del Sol Levante - come numero di pezzi e loro stato di conservazione. Gli esemplari in mostra, unottantina circa fra armature intere, parti di esse, spade ed altri oggetti funzionali a tale ruolo di comando, giungono esclusivamente da bushi (ossia la classe dei samurai) di rango elevato e da daimyo (signori feudali). I periodi di riferimento sono lAzuchi Momoyama (1575 1603) e il successivo Edo (1603 1867). interessante sapere che labbigliamento da guerra dei samurai, aveva una sua funzionalit anche in periodo di pace, in quanto rappresentava un importante segno di comando e di condizione sociale. Addirittura la necessit di distinguersi del dato rango ha in taluni casi prevalso sulla funzione prettamente protettiva dellarmatura, portando alla realizzazione di corazze di bellezza incredibile, impreziosite da ornamenti di pregevole fattura, oltre che preziosi proprio come materiali. La mostra Samurai, aperta fino al 18 luglio, trasporta in un mondo e in unepoca che non si potrebbero altrimenti immaginare con la stessa intensit e offre lopportunit di ammirare le armature, conoscerne la storia, le tecniche costruttive, gli elementi di cui sono composte e le principali scuole di armaioli. Interessantissima tanto per gli appassionati tanto per i neofiti, lesposizione trova a Venezia il miglior palcoscenico possibile viste le impressionanti interazioni fra Occidente ed Oriente che sono fra laltro alla base del suo eterno fascino.
A cura della redazione di Insidecom