Sebastiano Ricci. Il trionfo dellinvenzione nel Settecento Veneziano

Dal 24 aprile 2010 al 11 luglio 2010

In occasione del 350 anniversario della nascita di Sebastiano Ricci, pittore bellunese il cui talento precorse i tempi dellarte europea del XVIII secolo, la Fondazione Giorgio Cini di Venezia organizza una mostra a lui dedicata presso il centro espositivo Le sale del convitto, sull'isola di San Giorgio Maggiore. Lesposizione in questione prende in esame i cosiddetti bozzetti di dipinti, disegni e sculture, mettendoli a raffronto con altri di artisti coevi di scuola veneziana (fra gli altri Tiepolo, Pellegrini, Piazzetta, Molinari, Pittoni, Dizioni, Morlaiter). Quello che accade con i bozzetti di Ricci, con quelli insomma che dovrebbero essere quasi degli appunti dellopera vera e propria, che sono talmente pregni darte, idee, invenzioni e particolari che, come egli sottoline una volta ad un committente, lopera che poi ne scaturisce che deve considerarsi una copia. Tuttaltro quindi che unidea primitiva da sviluppare, bens già forma e contenuto dei suoi capolavori finiti, o meglio conosciuti. Le dimensioni non costringono affatto limmensit, laudacia e leleganza che si rinviene nei titoli della sua produzione. Nei bozzetti di Ricci più che evidente la sua rivoluzione stilistica e di gusto che spalanc le porte al Rococ. La mostra intitolata Sebastiano Ricci. Il trionfo dellinvenzione nel Settecento Veneziano mette dunque in luce la portata artistica di unopera che di l a poco si sarebbe riverberata nelle principali capitali europee: la visione anticipatrice di Ricci ha enormemente contribuito al valore della cultura veneta agli occhi del mondo intero.
A cura della redazione di Insidecom