Simbolismo in Italia

Dal 01 ottobre 2011 al 12 febbraio 2012

Dal 1 Ottobre 2011 al 12 febbraio 2012 il Palazzo Zabarella a Padova ospita nelle sue sale la mostra il "Simbolismo in Italia". Una mostra entusiasmante promossa dalla Fondazione Bano che ripercorre in otto sezioni il tema dell'inconscio dominante nell'arte a cavallo tra Otto e Novecento.

Vengono esposte opere di primo piano sulla scena internazionale come la Giuditta Salom, di Gustav Klimt o Il Peccato, celebre capolavoro di Franz von Stuck, ma viene sviscerato soprattutto il percorso tutto italiano che port in quegli anni a forti cambiamenti sociali.

E' l'epoca dei forti dibattiti sul ruolo dell'arte nella societ che animano gli ambienti letterari e filosofici di Gabriele DAnnunzio o di Angelo Conti o nei cenacoli musicali devoti a Wagner, mentre le Esposizioni portavano in Italia i fermenti dei movimenti europei.

Una mostra articolata in otto sezioni che si apre con le opere di Segantini e di Previati che vuole ripercorrere e documentare i contatti della pittura italiana con i grandi simbolisti stranieri dagli anni Ottanta dell'Ottocento alla vigilia della Prima Guerra Mondiale.

I nostri Segantini e Previati incontrano Klimt, Von Stuck, Klinger in un percorso che si conclude con la ricostruzione della "Sala del Sogno" presente alla Biennale di Venezia nel 1907, considerata all'epoca una vera e propria consacrazione del movimento simbolista.

Orario: 9:30 - 19:00Chiuso i lunedì non festiviLa biglietteria chiude 45 minuti prima.Biglietti:intero: 10,00ridotto speciale: 8,00

A cura della redazione di Insidecom