The Prodigy

15 luglio 2009

La danza dei guerrieri sul palco dello SherwoodThe Prodigy suoneranno in esclusiva per il nord Italia allo Sherwood Festival, presentando il nuovo album e i passati cavalli di battaglia che li hanno resi unicona degli anni 90 in tutto il mondo. The Prodigy (Liam Howlett Keith Flint Maxim) tornano con il quinto album in studio Invaders Must Die. Un disco che ha visto il gruppo risvegliarsi da un sonno durato qualche anno; un lavoro discografico di livello davvero unico, un intento dichiarato: far rivivere il passato con chi ha lurgenza di riprendersi il futuro. Questo disco dei Prodigy già dallimmediato e primo ascolto (si guardi la traccia n3 Thunder ha un sapore da post epoca rave party, quello stesso periodo che fu decisivo per lesplosione planetaria della band e che qui viene interamente attualizzato. Invaders Must Die per molti, soprattutto per i reduci - unintera generazione in Gran Bretagna - sarà come ritrovare se stessi; infatti il disco, in tutta la sua interezza, rappresenta un po un omaggio allepoca, per certi versi incredibile, del fenomeno rave inglese che ha poi generato diverse controculture in questi ultimi anni (non ultimo il fenomeno della Dubstep, genere che sta spopolando in Inghilterra, fomentato dai fratelli minori di coloro che animavano gli illegal tra la fine degli anni 80 e gli anni 90). Il disco, per chiudere con questa celebrazione del ritorno in studio di The Prodigy, ha letteralmente sfondato in patria, balzando direttamente al n1 di vendite dopo una settimana e garantendo al gruppo un doppio sold out alla Wembley Arena. Lultimo singolo estratto Warriors Dance e ha un video a dir poco geniale.

Proprio nella condizione on stage il gruppo riprende il vero spirito che li anima anche in studio: il loro live una lunga session di dance unita ad una follia più unica che rara per una band che sul palco si diletta con gli strumenti tradizionali (chitarra basso - batteria) uniti a synth, macchine e soprattutto una naturale carica esplosiva e animalesca. Inizio ore 21:30

A cura della redazione di Insidecom