La Regata Storica di Venezia

Corteo storico e regate competitive rievocano il passato della Serenissima

La Regata Storica di Venezia si tiene tradizionalmente la prima domenica di settembre lungo il più celebre e suggestivo canale di Venezia, il Canal Grande.

La Regata Storica è uno degli eventi a Venezia di maggior richiamo, un appuntamento di grande fascino che coinvolge ogni anno migliaia di turisti e visitatori, molto sentito dagli stessi abitanti di Venezia che riservano alla Regata Storica un posto d’onore tra i numerosi eventi che ogni anno animano Venezia.

Tra il bacino di San Marco ed il Canal Grande, imbarcazioni di ogni tipo e rive affollate seguono la Regata Storica con passione e partecipazione.

La Regata Storica è composta da due diverse fasi: il corteo storico e le regate competitive, che costituiscono uno tra i più importanti eventi di voga veneta a Venezia.

Prima delle attese regate di voga veneta, la Regata Storica è aperta dal suggestivo corteo storico formato da decine di imbarcazioni cinquecentesche che solcano il Canal Grande ricreando il glorioso passato della Repubblica di Venezia. Tra mille colori e figuranti in costume, il doge, la dogaressa e le più alte cariche della magistratura dell’antica Repubblica di Venezia tornano in vita per mostrare i fasti e la ricchezza della loro gloriosa epoca.

La Regata Storica
Prodotti acquistabili

Il corteo storico di Venezia rievoca il corteo acqueo organizzato nel 1489 per celebrare il ritorno a Venezia di Caterina Cornaro. Appartenente ad una delle più potenti famiglie di Venezia, Caterina venne data in sposa al re di Cipro e, divenuta regina dopo la prematura morte del marito, fu costretta ad abdicare segnando l’inizio del dominio di Venezia sull’isola di Cipro.

Il Corteo Storico è formato dalle Bissone (ornate con preziosi tessuti dall’Oriente, i bissi), dal Bucintoro e dalle barche delle società di voga veneta di Venezia che sfilano in processione dal Bacino di San Marco fino al Ponte della Costituzione, più noto come Ponte di Calatrava, percorrendo tutto il Canal Grande per poi tornare indietro fino al punto di arrivo delle regate, di fronte a Ca’ Foscari.

Non ci sono dati certi su quando o come sia iniziata la tradizione delle regate a Venezia. Le prime testimonianze storiche risalgono alla metà del XIII secolo ma è molto probabile che la voga fosse già praticata come semplice divertimento nel tempo libero o per addestrare gli equipaggi al remo. Sembra che le stesse autorità pubbliche di Venezia incoraggiassero tale attività perché contribuiva a preparare la ciurma in caso di conflitti in mare.

Il termine ‘regata’ compare la prima volta in un codice anonimo del XIII secolo, mentre la prima raffigurazione risale al 1500 in un particolare della celebre Veduta di Venezia di Jacopo de’ Barbari, che riproduce una piccola competizione tra barche con la scritta “regata”. Da quel momento le regate diventeranno uno dei temi preferiti dai vedutisti per rappresentare una Venezia in festa.

Oltre all’antica regata in occasione della Festa delle Marie, a Venezia le regate venivano organizzate in occasione di grandi eventi, come ricorrenze, vittorie o per onorare ospiti illustri, con festeggiamenti sempre più sontuosi tanto da diventare un vero e proprio motivo di orgoglio per Venezia.

Fino al 1631 le regate a Venezia venivano indette dalle Compagnie della Calza, giovani nobili incaricati di organizzare spettacoli, feste ed eventi a Venezia tra il XV e il XVI secolo. Successivamente l’organizzazione delle regate passa in esclusiva alla Repubblica di Venezia fino alla sua caduta, quando le regate assumeranno solo un ruolo celebrativo e simbolico.

Nel 1866, con l’annessione al Regno d’Italia, le regate iniziano ad essere organizzate per celebrare il mitico passato della Repubblica di Venezia, ma solo nel 1899, su proposta del conte Filippo Grimani, sindaco di Venezia, la regata assumerà finalmente il nome di Regata Storica.

Oggi, oltre al corteo storico, la prima domenica di settembre ha luogo uno degli eventi più importanti della stagione remiera di Venezia: le regate di voga veneta.

Con più di 120 regate all’anno, concentrate nel periodo tra aprile e settembre, la stagione remiera celebra lo stretto legame tra Venezia ed il mare, un evento che racchiude l’essenza stessa di Venezia tra sport, tradizione ed identità.

Le regate di voga veneta che si tengono durante la Regata Storica sono divise in categorie secondo l’età e le tipologie di imbarcazione:

  • la prima regata sul Canal Grande è quella dei giovanissimi su pupparin a 2 remi, imbarcazioni dalla prua slanciata, ideali per provare le qualità delle giovani promesse maschili della voga veneta;
  • segue la regata delle donne su mascarete, leggere imbarcazioni a due remi usate un tempo dalle prostitute mascherate;
  • la terza regata sul Canal Grande si tiene su caorline a 6 remi, caratterizzate dalla forma uguale di poppa e prua, un tempo adibite alla pesca o al trasporto di prodotti ortofrutticoli dalla laguna a Venezia;
  • la regata più attesa è quella campioni del remo su gondolini a 2 remi, imbarcazioni simili ma più leggere della tradizionale gondola, ideali per esaltare le qualità tecniche dei gareggianti.

La varie regate si sviluppano lungo lo stesso percorso: dalla Riva degli Schiavoni, dove le imbarcazioni sono allineate e bloccate da un cordino legato a poppa detto spagheto, le imbarcazioni entrano in Canal Grande alla Punta della Salute, percorrendolo fino al giro di boa (il paleto di fronte la stazione ferroviaria di Venezia Santa Lucia) per poi fare a ritroso un tratto del Canal Grande fino all’arrivo presso la machina all’altezza di Ca’ Foscari.

Mentre la lunghezza del percorso di regata può subire alcune variazioni a seconda della categoria, l’arrivo è uguale per tutti di fronte al grande palco galleggiante nei pressi di Ca’ Foscari, dove avviene la premiazione e la consegna dei premi.

La Regata Storica è uno tra i più attesi e coinvolgenti eventi a Venezia, un momento in cui passato e presente si fondono in un’atmosfera senza tempo. In questa straordinaria giornata, le antiche tradizioni di Venezia riprendono vita intrecciandosi all’evento più importante della stagione remiera.

A cura della redazione di Insidecom