Clima

Il clima del Veneto: una piccola Europa

Dalle rigidità artiche sulle Dolomiti alla mitezza costiera sull'Adriatico, il Veneto riassume in una superficie di poco superiore ai 18000 kmq le temperature dell'Europa. Il clima del Veneto è di tipo sub-continentale, ma con l'agente mitigante del mare e la catena delle Alpi a proteggerlo dai venti del nord, si presenta complessivamente temperato e risulta per questo piacevole in ogni stagione.

Sono due le zone climatiche principali: la regione alpina, caratterizzata da estati fresche e temperature rigide in inverno con frequenti nevicate, e la fascia collinare e di pianura dove il clima invece è moderatamente continentale. Una maggiore mitezza s'incontra poi lungo le due aree costiere, quella adriatica e quella lacustre del Garda.

Le stagioni più propizie per una visita alle città d'arte sono generalmente la primavera e l'autunno, ma anche l'inverno non presenta particolari limitazioni, mentre l'estate resta il periodo più indicato per un soggiorno al mare. La montagna, con le sue numerose e ridenti località, è consigliata per la villeggiatura, lo sport e l'escursionismo in estate e per gli appassionati delle discipline sciistiche in inverno. Il Lago di Garda  fa caso a sé in quanto grazie ad un clima assai mite lo si può apprezzare in tutte le stagioni dell'anno.