Rosolina

Galleria

È nota da sempre come 'Piccola Mesopotamia' per il particolare contesto in bilico tra acqua e terra che l’accoglie e che ritrae molto bene questa zona della provincia di Rovigo.

La situazione ambientale in cui sorge Rosolina è tra le più varie e suggestive dell’Italia intera con stagni, fiumi, dune sabbiose, laguna, valli da pesca, mare, casoni, flora e fauna pregiatissime che fanno parte dello stesso quadro naturalistico. Rosolina si trova fra l’Adige, il Po e l’Adriatico ed è di formazione abbastanza recente, sebbene cominci ora a dichiarare elementi di antichità.

Nel centro del paese va vista la chiesa di S. Antonio fatta costruire dai Sanudo, una delle famiglie che acquistò i terreni bonificati messi all’asta dalla Repubblica di Venezia.

Dopo la pesca, la coltivazione orticola e la mitilicoltura (l’allevamento dei molluschi), Rosolina ha trovato infine nel turismo balneare una delle maggiori risorse economiche: negli anni Sessanta nasce così Rosolina Mare, adagiata su una penisola equamente distribuita tra arenile e vegetazione, mare e fiume, un luogo dove la vacanza assume un vero senso di relax, ma senza trascurare le opportunità escursionistiche e di sport che l’ambiente presenta: quindi dall’equitazione al tennis, dalla vela al beach volley, passando per la bicicletta, tutto è possibile.

Rosolina possiede uno degli ultimi esempi di macchia mediterranea con lecci e roverelle, e la verde pineta che corre dietro al litorale è uno spettacolo.

Merita una visita il giardino botanico litoraneo di Porto Caleri, sulla punta estrema a sud del lido, dove si possono osservare specie rarissime di piante in tre percorsi guidati.

Nessun problema ovviamente per il tipo di villeggiatura che offre di tutto: hotel di ogni categoria, villaggi e campeggi.