Comelico Sappada Comprensorio / Località

Galleria

Val Comelico

Nota anche come la 'valle dei fiori', la Val Comelico è immersa nella natura composita delle montagne venete e vi si possono ammirare verdi foreste, torrenti, le cime delle Dolomiti, i laghetti di S. Anna e Campo Cadin: tutti motivi di vanto della zona che hanno alimentato il turismo in Val Comelico.

I centri abitati hanno una lunga tradizione nella lavorazione del legno e tanti sono i pregiati souvenir che vi si possono comprare in ricordo di soggiorni e vacanze in questo magnifico luogo.

Compresa fra i gruppi dolomitici del Popera a nord e dei Brentoni a sud, la soleggiata Val Comelico si estende lungo i bacini del fiume Piave e del torrente Padola, racchiudendo cinque comuni, tutti ideali per vacanze invernali ed estive all’insegna dell’aria pura e i paesaggi di montagna più poetici.

Le vacanze in Val Comelico sono complete di emozioni e attività da svolgere: non mancheranno infatti mai occasioni sportive, culturali, gastronomiche o di relax a cui dedicarsi, sia in inverno che in estate. La caratteristica principale della valle è il paesaggio assai rigoglioso di flora e vegetazione, di praterie sconfinate e boschi immensi che in ogni stagione disegnano una suggestione particolare: nei mesi invernali sotto un manto di neve o filtrati dai raggi del sole nelle giornate estive.

Una natura che ancora oggi risulta incontaminata, soprattutto nella magnificenza della Val Visdende e della Valgrande: due dei paradisi delle vacanze in Val Comelico. E proprio la natura, così viva e libera, ha alimentato negli anni il turismo in Val Comelico, offrendo un angolo di tranquillità e di raro splendore per soggiorni esclusivi. La montagna in Val Comelico è questa, un territorio dove coesistono magicamente tanti aspetti.

La ricchezza del territorio, in termini di natura, ma anche di cultura dell’ospitalità, folklore e arte, consente di godere al meglio di tali panorami salubri in ogni stagione dell’anno: l’estate è il periodo delle escursioni - molto bello il percorso naturalistico delle torbiere a Danta dove si possono vedere numerose specie di flora e fauna caratteristiche così come il giardino botanico di Candide - di sport che vanno dalla mountain bike all’equitazione, di divertimenti quali feste e ricorrenze folcloristiche a cui assistere e partecipare, oppure di rassegne culturali di particolare interesse; d’inverno si diversifica la proposta con i migliori circuiti per lo sci, le piste da pattinaggio e lo sleddog, per vivere appieno la montagna in Val Comelico.

Per addentrarsi ancor più nella storia e nelle tradizioni della Val Comelico sarebbe opportuno assistere alla 'Maskarade', ossia il carnevale ladino che ha come protagonista l’allegra maschera del Matazin (il mattacchione).