Cortina Comprensorio

Galleria

Il comprensorio di Cortina d’Ampezzo, inserito nel complesso del Dolomiti Superski, è sicuramente fra i più prestigiosi delle Alpi.

La fortuna turistica della zona, iniziata ancora a metà dell’Ottocento, risiede nell’unicità dell’ambiente: non una valle ma una conca assolat,a che si estende dal passo Falzàrego al passo Tre Croci, aperta su quattro valichi e circondata da massicci che sono delle vere e proprie celebrità per tutti gli amanti della montagna - Tofane, Cristallo, Antelao, Pelmo, Croda Rossa, Croda da Lago e Sorapiss sono alcune delle montagne di Cortina d’Ampezzo.

Ad allargare la sua fama al mondo intero furono le Olimpiadi del 1956, i primi giochi olimpici invernali ospitati in Italia, per le quali vennero progettati impianti moderni adatti all’evento e al grande pubblico che di lì a poco ne avrebbe fatto la sua destinazione invernale prediletta. Da allora per le montagne di Cortina d’Ampezzo, guadagnatasi in breve l’appellativo di 'Perla delle Dolomiti', è stato tutto un crescendo di successi: oggi l’ampezzano attira a sé un turismo internazionale, strizzando l’occhio agli esponenti del jet set. Non solo lusso però in quanto esistono offerte convenienti per ogni estrazione sociale, sia d’estate che in inverno.

I soggiorni ampezzani garantiscono emozioni tutto l’anno: che siano vacanze estive oppure invernali troverete occasioni di sport, cultura, enogastronomia e relax per vivere al meglio la montagna. Una valida alternativa per trascorrere qui le vacanze rimangono poi i centri limitrofi di San Vito di Cadore, Misurina e Auronzo di Cadore, sospesi fra tradizione e paesaggi naturali mozzafiato, a un niente di distanza dalla cittadina principale.

Nei mesi invernali il comprensorio di Cortina d’Ampezzo, coi suoi 140 km di piste da discesa e 130 per il fondo, e svariati percorsi per gli snowboard e il free-style, è invaso sia da villeggiatori che da giornalieri: l’area, che dalla conca ampezzana giunge fino ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo, è compresa tra i 1050 e i 2932 m di altitudine. Oltre 80 sono le discese, con un ventaglio che tocca tutti i livelli di difficoltà (le piste più agevoli e di medio livello si trovano a Misurina e a San Vito).

I circuiti presentano un sistema di innevamento diversificato, calcolato sulla base dell’esposizione al sole di ciascun tratto, e non mancano piste dotate di illuminazione notturna, servite come quelle diurne da punti di ristoro, per chi vuole provare un’esperienza diversa e suggestiva, magari in coppia. Comunque sia la neve è garantita almeno da fine novembre ad aprile in tutta l’area sciabile, offrendo ai vostri soggiorni sciistici un inverno ben più lungo del consueto: 5 Torri, Tofana, Faloria, Cristallo, Pocol, Mietres, Socrepes e Lacedel. Da Misurina e San Vito di Cadore è attivo un servizio gratuito di skibus per raggiungere Cortina d’Ampezzo.

Tra le più affascinanti discese di tutto il comprensorio troviamo la pista della Tofana, immersa in un’abetaia, e il circuito di Auronzo sul Monte Agudo che incanta la vista. Più audace, ma emozionante, il fuoripista delle Tofanine che attraversa corsi d’acqua e una natura fantastica in un silenzio magico.

Di prim’ordine il servizio alberghiero e ricettivo, oltre che di Cortina d’Ampezzo, di ciascuna località del comprensorio. Come si diceva, il comprensorio è ugualmente coinvolgente in estate grazie alla natura superba, alle escursioni e a tutto quanto offre.