Cortina Comprensorio / Località

Galleria

San Vito di Cadore

San Vito di Cadore è un incantevole villaggio che sorge a 1011 m di altitudine nel cuore delle Dolomiti, ideale per trascorrere vacanze sia invernali che estive in un contesto unico: ci troviamo nello splendore paesaggistico della Valle del Boite tra monti quali Antelao, Pelmo, Tofane e Martora, sovrani di roccia che regnano con la stessa eleganza in inverno e d’estate sul panorama circostante.

Anche per questo le vacanze in montagna a San Vito di Cadore sono un angolo di paradiso. Particolarmente noto per il clima accogliente e gli ineguagliabili scenari naturali, il piccolo centro montano, rinomata meta di soggiorni, è anche uno dei simboli della tradizione alpina, valore imprescindibile con cui tutto alla fine deve sapientemente entrare in armonia: le tipiche costruzioni, la cucina, l’artigianato, le ricorrenze del folclore e la natura circostante sono infatti una 'simbiosi' che fin dai tempi remoti gli abitanti hanno voluto difendere ad ogni costo. Ecco perché le vacanze turistiche a San Vito di Cadore conservano intatto tutto il sapore della tradizione.

Nacquero appunto con uno scopo di salvaguardia del territorio le antiche associazioni note come Regole e negli ultimi anni si è costituita l’Union de i ladin de San Vido e d’Oltreciusa che ha iniziato un’operazione di tutela verso la cultura ladina (il ladino è una lingua derivata dalla commistione dei dialetti locali col latino), altro baluardo dell’unicità della zona. È in base a questi solidi principi che il paese nei secoli si è aperto agli ospiti, con intelligenza e rispetto verso la propria storia e il proprio patrimonio, un valore aggiunto a chi decide di trascorrere qui i propri soggiorni.

Oggi San Vito di Cadore vanta un’accoglienza e una completezza di servizi in linea e in misura perfetta coi costumi locali. Stazione per vacanze invernali ed estive, il paese grazie alla sua tipicità, al panorama esclusivo, alla vicinanza con Cortina d’Ampezzo e alle qualificate strutture ricettive (hotel, garnì, meublè, ...) fruisce di un pubblico italiano e straniero, sempre più attratto dalla prospettiva delle vacanze turistiche a San Vito di Cadore.

In inverno gli impianti di risalita, ai quali si è recentemente aggiunta una seggiovia, mettono a disposizione degli sciatori km e km di piste da discesa di vari livelli di difficoltà, le cui condizioni ottimali sono garantite dal sofisticato sistema di innevamento programmato. Ma luoghi come il parco di Mosigo, dove esiste un magnifico laghetto, l’Alpe di Senes, le abetaie o la muraglia di Giau (il confine settecentesco dei pascoli fra Ampezzo e San Vito) sono mete di escursioni da vivere fra divertimento, sport e relax durante l’estate.

Da vedere in paese la chiesa tardo-gotica della Beata Vergine della Difesa che sull’altare maggiore presenta un trittico attribuito al fratello di Tiziano, Francesco Vecellio. È qui a San Vito fra l’altro che nel 1985 fu rinvenuto con tutto il suo corredo funerario l’uomo di Mondeval, un cacciatore che visse circa 7000 anni fa, oggi custodito nel museo di Selva di Cadore. Non fatevi mancare le pietanze tipiche delle Dolomiti che qui si possono gustare in tutta la loro bontà e genuinità e che rendono le vacanze in montagna a San Vito di Cadore un’occasione ancora più invitante.