Parco delle Dolomiti d'Ampezzo

Galleria

Il Parco Naturale Regionale delle Dolomiti d'Ampezzo (11200 ettari) nasce nel 1990 e si trova a nord del centro abitato di Cortina d'Ampezzo, fino al confine con l'Alto Adige, nel cuore delle Dolomiti Orientali. Confina anche con il Parco di Fanes-Sennes-Braies con il quale forma un comprensorio protetto di circa 37000 ettari.

Il parco trae origine dalle Regole d'Ampezzo, ossia i consorzi delle antiche famiglie per l'uso dei pascoli e delle foreste: la loro istituzione viene fatta risalire ai tempi della colonizzazione celtica e romana della valle. L'istituzione del Parco ha notevolmente incentivato le attività culturali e scientifiche, nonché la valorizzazione del territorio e della cultura ampezzana. Cortina d'Ampezzo è riuscita a conservare nei secoli il territorio che la circonda grazie ad una radicata politica di protezionismo nei confronti del suo patrimonio di flora e fauna alpina e di ripopolamento delle specie animali in via di estinzione. Il simbolo 'floreale' del parco è il Semprevivo delle Dolomiti, una rara pianta grassa che vive solamente su queste montagne.

Il visitatore amante della natura avrà a disposizione un vasto patrimonio naturalistico che annovera vari tipi di ambienti di alta quota, in buona parte integri e ricchi di vita vegetale e animale: si va dalle verdi vallate ai fitti boschi, dai laghetti alle cascate fino al paesaggio urbano di Cortina. In questo ambiente davvero unico s'incontrano stambecchi, camosci, aquile e gufi reali, il rarissimo picchio tridattilo, volpi e donnole. Recenti avvistamenti poi hanno riscontrato in zona la presenza di orsi bruni e di avvoltoi degli agnelli.

Il paesaggio offre magici scenari sospesi e silenziosi da esplorare con una tranquilla e rilassante passeggiata oppure con un giro in mountain bike. Gli esperti scalatori potranno invece toccare con mano questo sogno fatto di roccia e colori.

Da vedere: le Tofane, le gallerie di guerra del Lagazuoi, le Tre Cime di Lavaredo e il lago di Misurina.