Belluno / Dintorni

Galleria

Mel

Mel è un centro d’arte romantico e poetico che si trova quasi a metà strada fra Feltre e Belluno.

Sorge infatti su di un colle e proprio sulla sua sommità si apre Piazza Luciani coi meravigliosi palazzi che un tempo furono sede della nobiltà locale. I più importanti edifici sono il seicentesco palazzo dell'antica locanda al Cappello, il Municipio del XVI secolo, palazzo Del Zotto, palazzo delle Contesse (noto per i bei camini), casa Barbuio Francescon, il cui nucleo centrale risale al Trecento, palazzo Fulcis Guarnieri e palazzo Fulcis Zadra (collegati tra loro da un portale architravato). Sulla piazza si protende imponente la settecentesca chiesa arcipretale e a poca distanza l'antica chiesa dell'Addolorata.

Il Palazzo delle Contesse racchiude poi il Museo Civico Archeologico con reperti della Necropoli Paleoveneta poco discosta dal centro: ossari fittili e bronzei, oggetti quali anelli, spilloni, cinture con ganci decorati, fibule, utensili come coltelli, punteruoli, fusaiole, aghi per la filatura e vasellame vario.

Vicino a Mel, nei pressi dell'abitato Villa di Villa, si trova su di uno sperone di roccia il Castello di Zumelle la cui storia va indietro nel tempo fino all'Impero Romano, perché zona adatta a sorvegliare la strada militare Claudia Augusta Altinate. Il primo nucleo del castello risale al I secolo d.C. (un torrione destinato alle segnalazioni, un fossato e delle palizzate). Quando, nel II secolo d.C., i barbari penetrarono i confini romani sul Danubio, la difesa dell'area compresa tra Belluno, Feltre e Vittorio Veneto diventò fondamentale per impedire l'irruzione nella penisola. Il Castello di Zumelle acquistò quindi un'importanza notevole come punto d'incontro fra i tre centri.