Padova / Dintorni

Galleria
Cittadella

Cittadella

Cittadella è uno dei simboli storici del Veneto: un monumento medievale di grande fascino, perfettamente conservato.

Il sito si collocava in posizione strategica all’incrocio fra le province di Padova, Vicenza e Treviso: un assetto fondamentale agli occhi di Padova per la difesa del proprio territorio, soprattutto per guardarsi da Treviso che aveva in Castelfranco una roccaforte potente e ostile. La cinta muraria venne fatta quindi edificare dal comune padovano come avamposto a partire dal 1220 circa e fu ultimata dopo alcuni decenni.

Cittadella si distingue dalla vicina antagonista, fortezza quadrangolare secondo i canoni militari dell’epoca, per la cerchia ellittica delle mura che, con le quattro porte posizionate sui punti cardinali - ognuna col nome della città verso la quale era rivolta - i due assi viari incrociati e le 16 torri, ne facevano una sorta di 'città ideale', pronta a respingere qualsiasi tipo di minaccia. Il borgo nell’arco della sua storia passò sotto i da Romano, gli Scaligeri, i Visconti per consegnarsi infine a Venezia. Durante la guerra della Lega di Cambrai vi fu l’unico danneggiamento alle mura nei pressi di Porta Vicenza, tuttora visibile.

Da pochi anni è possibile svolgere il giro di ronda della cerchia muraria, percorribile quasi interamente a partire da Porta Bassano, dalla Casa del Capitano, dove prima di accedere al percorso vero e proprio si passerà attraverso ambienti antichi arricchiti da armi e arredi d’epoca.

Da non perdere nemmeno il Palazzo Pretorio, la pinacoteca del duomo contenente 'La cena di Emmaus' di Jacopo da Ponte, il Teatro Sociale, la Torre di Malta, che sembra Ezzelino da Romano avesse adibito a terribile camera delle torture per i prigionieri, e l’antica Pieve di San Donato appena fuori dalla cinta in direzione Padova.