Venezia / Punti di interesse

Galleria

Museo Archeologico Nazionale

Piazza San Marco, Venezia

Il Museo Archeologico Nazionale di Venezia è un museo statale, inserito nel circuito della Soprintendenza Speciale per il patrimonio storico artistico ed etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Venezia e dei comuni della gronda lagunare.

Il Museo Archeologico Nazionale di Venezia è un museo statale, inserito nel circuito della Soprintendenza Speciale per il patrimonio storico artistico ed etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Venezia e dei comuni della gronda lagunare.

Questa pagina vuole essere un punto di partenza per scoprire lo splendido Museo Archeologico Nazionale di Venezia - orari, sede e collezioni – e darvi la possibilità di prenotare online la vostra visita acquistando il biglietto generale per I Musei di Piazza San Marco (grazie al quale potrete anche visitare le Sale Monumentali della Biblioteca Nazionale Marciana, il Palazzo Ducale di Venezia e il Museo Correr)e il Museum Pass Musei Civici di Venezia.

La sede del Museo Archeologico di Venezia è Piazza San Marco, al primo piano delle Procuratie Nuove, tra il Museo Correr e le Sale Monumentali della Biblioteca Marciana.

Fondato nel lontano 1523, in seguito ad una donazione del cardinale Domenico Grimani alla Repubblica di Venezia, il Museo Archeologico Nazionale di Venezia ospita importanti reperti originali, prevalentemente di età greco-romana, cui si aggiunge parte della collezione archeologica del Museo Correr che vanta reperti di età neolitica e del Bronzo, antichità egizie e assiro-babilonesi, arte greca, etrusca e romana.

 

  • Museo Archeologico Venezia - Sala I

Conserva opere di epoca romana, stele sepolcrali ed iscrizioni pubbliche - per la maggior parte provenienti da Creta, ed alcuni busti maschili.

  • Museo Archeologico Venezia - Sala II - Collezione Numismatica

Nelle bacheche è esposta parte della ricca collezione numismatica del museo (V secolo a.C.-XVII secolo): monetazione greca, romano-repubblicana, imperiale, monete coniate nelle province, esempi di monetazione barbarica e una raccolta di monete bizantine dal V al XIII secolo. Presenti anche medaglie rinascimentali e denarii repubblicani (fine III secolo-27 a.C.).

  • Museo Archeologico Venezia - Sala III - Sculture della prima metà del V sec. a.C.

Sono esposte copie romane di opere greche, oggi perdute. Da segnalare: le statue ‘gemelle’ di Cariatidi – una proveniente dall'isola di Cherso ed una rivenuta in Attica.

  • Museo Archeologico Venezia - Sala IV - Originali greci del V e IV sec. a.C.

La sala accoglie esempi originali di sculture greche, molte della quali conservano traccia dei restauri rinascimentali rimossi all’inizio del ‘900. Le figure non sono identificabili con certezza: si presume possano essere statue votive provenienti da un santuario insulare.

  • Museo Archeologico Venezia - Sala V - Sculture del V e IV sec. a.C.

Tipi e motivi della produzione greca del IV secolo illustrati attraverso originali e copie romane.

  • Museo Archeologico Venezia - Sala VI - Ritratti greci e rilievi romani

Ritratti di età ellenistica (III-II sec. a.C.) che presentano le principali caratteristiche della ritrattistica greca, come attenzione alla simmetria e proporzioni basate su principi geometrici o ideate secondo i nuovi principi ottici e del movimento. Da segnalare: l'Ara Grimani, originale di arte ellenistica proveniente forse da Roma.

  • Museo Archeologico Venezia - Sala VIII - Scultura ellenistica

Nella scultura del periodo ellenistico le tendenze neoclassiche o arcaizzanti si fondono a naturalismo e patetismo. Da segnalare: il gruppo dei Galati veneziani, parte della raccolta che Domenico Grimani aveva formato con opere provenienti in gran parte da una terreno di sua proprietà a Roma.

  • Museo Archeologico Venezia - Sale IX e X - Ritratti romani

In questa sala i diversi aspetti del ritratto romano vengono presentati soprattutto in relazione alle iconografie della famiglia imperiale. Presenti anche ritratti del XVI secolo che riprendono moduli iconografici e stilistici di epoca romana. Da segnalare: i ritratti femminili nei quali è possibile scorgere l’evoluzione delle acconciature secondo la moda dell’epoca.

  • Museo Archeologico Venezia - Sala XI

Dedicata ai sarcofagi funerari con decorazione figurata a rilievo su tre lati. Per quanto riguarda le scene rappresentate, va notato l’utilizzo di temi già elaborati in epoca ellenistica.

  • Museo Archeologico Venezia - Sala XII

Da segnalare: la ‘capsella di Samagher’, reliquiario in avorio ed argento decorato con soggetti di carattere cristiano, databile al V sec. d.C.

  • Museo Archeologico Venezia - XIV Sala

Arte funeraria di età romano-imperiale: altari ed urne cinerarie con decorazioni a rilievo, fianchi di sarcofagi, vasi, repliche marmoree di originali in metallo.

  • Museo Archeologico Venezia - XV Sala

In questa sala ceramiche di produzione greca e italica (IX-III sec. a.C.) - provenienti per la maggior parte da corredi funerari, e monumenti funebri di età romana.

  • Museo Archeologico Venezia – Sale XVII-XX

In queste sale sono accolti diversi reperti di varia provenienza, raggruppabili nella sezione egizia-egittizzante: reperti di ambito funerario e templare – mummie, vasi, statuette, bronzetti votivi, una stele centinata e statue di epoca tarda (712-332 a.C.); e nellasezione orientale: iscrizioni cuneiformi risalenti al regno di Nabucodonosor II, rilievi assiri provenienti da Ninive e Nimrud e rilievi funerari e votivi di ambito greco-orientale. Da segnalare anche il ‘Dal Nilo al Museo Archeologico’ – un percorso tematico per seguire i reperti inerenti all’Egitto attraverso le diverse sale – e la vetrina ‘Religione e Magia– una sorta di collegamento tra i reperti ‘egittizzanti’ greco-romani e la successiva sezione egizio-orientale, che conserva diversi esempi di amuleti e due stele magiche.

  • Museo Archeologico Venezia – Sale XVII e XVIII - Sculture dalla collezione archeologica dei Civici Musei Veneziani

Da segnalare: importanti originali greco-classici; i leoni dell'entrata dell'Arsenale; alcuni ritratti virili - sintesi tra la tradizione scultorea egizia e i moduli iconografici del ritratto romano-repubblicano; copie romane di originali greci.

  • Museo Archeologico Venezia - Statuario Pubblico

Ospitato nell’Antisala della Biblioteca Marciana – antica sede dello Statuario Pubblico della Serenissima – riproduce l’allestimento originario del museo ricostruito in base ai disegni di Anton Maria Zanetti il Giovane.

 

Museo Archeologico Venezia – Orari di visita

  • Dal 1.04 al 31.10
    10.00–19.00 (Ingresso dal Museo Correr)
  • Dal 1.11 al 31.03
    10.00–17.00 (Ingresso dal Museo Correr)
  • Chiusure: 25.12 e 1.01