Venezia / Punti di interesse

Galleria

Sale Monumentali Biblioteca Nazionale Marciana

Piazza San Marco, Venezia

Le Sale Monumentali della Biblioteca Marciana sono due ambienti che, con l’edificio della Zecca - dove si trovano uffici e sale lettura, fanno oggi parte della Biblioteca Nazionale Marciana a Venezia.

Prodotti acquistabili
Ticket

Per accedere agli spazi inclusi nel percorso museale della Biblioteca Marciana di Venezia, le visite sono prenotabili acquistando il biglietto unico I Musei di Piazza San Marco - che consente anche di visitare Palazzo Ducale, il Museo Correr ed il Museo Archeologico Nazionale di Venezia – oppure il Venezia Museum Pass.

La Biblioteca Marciana a Venezia si trova nella parte finale di Piazza S. Marco, affacciata sulla Piazzetta San Marco, di fronte all’elegante facciata di Palazzo Ducale.

La storia della Biblioteca Marciana di Venezia inizia con il Doge Andrea Gritti che decretò la costruzione di una Pubblica Libreria per ospitare la cospicua donazione del cardinale Bessarione – che nel 1468 aveva donato alla Serenissima numerosi codici in greco e latino, e gli uffici (o ridotti) dei Procuratori di S. Marco. L’ideatore dello straordinario progetto per la costruzione della Biblioteca Marciana di Venezia, Sansovino, non vide mai la sua opera completata: alla sua morte la biblioteca venne conclusa da Vincenzo Scamozzi.

La Biblioteca Marciana di Sansovino si presenta con due ordini di logge – il primo con arcate di ordine dorico e trabeazione che alterna triglifi e metope; il secondo, di ordine ionico, presenta un fregio con putti e festoni di fiori e frutta – coronati da una balaustra con obelischi angolari e statue di divinità classiche.

Il primo nucleo della Biblioteca Marciana - il Vestibolo e la sala della Libreria – è oggi visitabile all’interno del percorso I Musei di Piazza San Marco.

Attraverso un imponente scalone a due rampe riccamente decorato – l’iconografia riprende la prospettiva neoplatonica del processo ascensionale dello spirito – si accede al Vestibolo. La decorazione delle pareti del vestibolo, con nicchie, lesene e frontoni, è opera di Vincenzo Scamozzi; nel soffitto, all’interno di un ‘trompe-l’oil’ che produce un’illusione di profondità architettonica, trova posto La Sapienza di Tiziano. In questo contesto è anche possibile ammirare uno degli unici esemplari della straordinaria veduta a volo di uccello di Jacopo de’Barbari, riproduzione-capolavoro della forma reale di Venezia.

Dal Vestibolo, attraversando un maestoso portone, si entra nella sala della Libreria, ideata appositamente per accogliere la prestigiosa raccolta del cardinale Bessarione. Questa sala presenta un apparato iconografico eccezionale: alle pareti ritratti di filosofi - opera di grandi artisti tra cui Tintoretto e Veronese - evocano l’atmosfera delle biblioteche dell’antichità, mentre nel soffitto - definito il manifesto del manierismo a Venezia - sono rappresentati 21 tondi con raffigurazioni sul tema della vita attiva, ovvero sull’utilizzo concreto del sapere contenuto nella libreria.

Sale Monumentali della Biblioteca Marciana di Venezia – Orari di visita

  • Dal 1.04 al 31.10
    10.00–19.00 (Ingresso dal Museo Correr)
  • Dal 1.11 al 31.03
    10.00–17.00 (Ingresso dal Museo Correr)
  • Chiusure: 25.12 e 1.01