Venezia / Zone & Sestieri

Galleria

Murano, Burano e Torcello

La costellazione d’isole più luminosa di Venezia brilla a nord della laguna, poco sopra i ritmi frenetici del centro: qui sono conservati alcuni dei vanti artigianali cittadini.

L’isola più vicina è Murano, patria secolare della lavorazione del vetro. Murano è una sorta di Venezia in miniatura che nasce e si sviluppa a partire dalla fine del XIII secolo, quando un decreto ordina agli artigiani di allontanarsi dal centro per paura di incendi. In breve si arricchisce e diventa indipendente. La sua storia, visto che detiene per sé i segreti del mestiere, è in un certo senso anche il suo presente e, sebbene sia necessaria una certa attenzione nella scelta dei manufatti, vi si possono acquistare pregevoli oggetti d’arte. Sull’isola si trova anche il Museo del Vetro con incantevoli pezzi d’antiquariato quali la coppa nuziale Barovier del XV secolo.

Più su si incontrano Burano e Torcello. Fondata tra il V e VI secolo, Torcello rappresenta uno dei primi insediamenti in laguna. La Basilica di Santa Maria Assunta è la sua ricchezza, un edificio religioso imponente restaurato intorno all’XI secolo. Dirimpetto all’entrata, il trono in marmo che si dice sia appartenuto ad Attila. venetoinside.com ti permette di visitare i luoghi segreti della Basilica di Torcello. Cripta e sacrestia sono rimasti chiusi al pubblico per anni... solo venetoinside.com ha le chiavi per accedervi e accompagnarti.

Burano è leader come Murano nel settore dell’artigianato, grazie a pizzi e merletti inimitabili nel cosiddetto, per la sua delicatezza, 'punto in aria': ricamo ricercatissimo già nel XVI secolo. Sull’isola, di cui è nota la variopinta sfilata delle case, è attiva una Scuola dei Merletti con attiguo Museo del Merletto. Burano fu anche l'isola natale del compositore Baldassarre Galuppi detto il Buranello.

Per completare al meglio il tour infine si suggerisce una visita all’isola di San Francesco del Deserto (raggiungibile tramite accordi privati da Burano) dove si dice approdò San Francesco al rientro dall’Oriente. Donata all’ordine dei Padri Francescani nel XIII secolo è sede di un monastero e di incantevoli giardini.

Sia all’andata che al ritorno si naviga davanti a San Michele, poco discosta da Murano, sede del cimitero monumentale di Venezia, in cui riposano alcuni illustrissimi stranieri: Ezra Pound, Igor Stravinsky e Sergei Diaghilev.