Verona / Dintorni

Galleria

Valeggio sul Mincio

Città d'arte di grande pregio storico, culturale e naturalistico, grazie allo straordinario contesto nel quale sorge: un verde anfiteatro dalle morbide linee costituito dalla Valle del Mincio e le colline moreniche, fra Veneto e Lombardia, Verona e Mantova.

Qui dove il tempo scorre insieme alle dolci acque del fiume Mincio, il tipico clima della zona rivierasca ha consentito la coltivazione dell'olivo e ha garantito altissima qualità ai vigneti, al vino e alla frutta che da sempre queste terre producono con orgoglio. Se alle ricchezze della natura poi si aggiunge la storia coi suoi monumenti, Valeggio diventa allora una meta d'arte veneta imprescindibile.

La sua invidiabile posizione l'ha resa assai attraente all'uomo fin dalla notte dei tempi. Sono stati infatti effettuati ritrovamenti di reperti appartenenti all'Età del Ferro, all'Età del Bronzo e all'Età Etrusca, e proprio sotto l'abitato è stata scoperta una grande necropoli celtica, ancora in attesa di essere riportata completamente alla luce.

Non mancano ovviamente tracce di urbanizzazione di epoca romana. La nascita del centro di Valeggio è però riconducibile al periodo Longobardo. Nel Medioevo i Della Scala elessero la cittadina quale baluardo del Serraglio, un sistema difensivo a muraglia che collegava vari borghi fortificati.

Del castello valeggiano oggi purtroppo resta poco, tuttavia quel che si vede è molto affascinante: si tratta delle torri agli angoli ed il mastio siti in collina.

La neoclassica parrocchiale di San Pietro, eretta su una chiesa del Seicento a sua volta edificata sopra una pieve romanica, custodisce un affresco del '700, un'enorme pala del secolo successivo e un prezioso organo a canne di G.B. Sona. In centro lungo Via Murari si trova il settecentesco Palazzo Guarienti, mentre all'inizio dell'abitato si trovano Villa Sigurtà e il Parco Giardino Sigurtà. Nei dintorni merita una visita Borghetto coi mulini sul Mincio e il cosiddetto Ponte Rotto, una diga-ponte fortificata fatta costruire dai Visconti nel XIV secolo.