Aneddoti & Curiosità

Andrea Schiavone, Carlo e Camilla e il Rinascimento a Venezia

Curiosità storiche
schiavone-correr

Andrea Schiavone, Carlo e Camilla e il Rinascimento a Venezia

In questi giorni al Museo Correr di Venezia, localizzato in Piazza San Marco, si tiene una bellissima mostra su un pittore veneziano, purtroppo, poco conosciuto: Andrea Schiavone.

Attivo alla metà del ‘500, non fu molto apprezzato dai suoi contemporanei che gli preferivano altri artisti più famosi. Il suo oblio fu dovuto anche ai pochi, e non proprio lusinghieri, commenti che Giorgio Vasari gli dedica nel suo famoso libro sulle Vite dei più famosi artisti italiani suoi contemporanei, nel quale lo definisce un imbrattatore di tele poco accurato nel disegno.

Schiavone fu però molto amato in Inghilterra, come è possibile vedere dalle opere in mostra: moltissimi quadri e disegni arrivano dal Regno Unito dove furono acquistati da vari collezionisti nel corso del ‘600.

Per esempio, nella sala IX si possono ammirare quattro tavolette, un tempo parte di un fregio, che sono state gentilmente prestate alla mostra di Venezia da Sua Altezza Reale il principe di Galles Charles Windsor e dalla sua illustre consorte Camilla Parker Bowls. Le quattro opere si trovano di solito nel loro salotto londinese

‘Il giudizio di Mida', tela di grandi dimensioni che troneggia nella sala XI, viene invece dal Salone principale di Kensington Palace, dimora del principe William e della principessa Kate e lì ha il posto d'onore.

Approfittate della mostra per ammirare queste opere d'arte abituate ad essere viste solo da ‘occhi reali' ed entrate in contatto con questo grande artista in compagnia di un'esperta guida veneziana: compilate il nostro form e vi risponderemo al più presto!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Fave dei morti: i dolci veneziani del giorno dei defunti

fave-dei-morti
Tradizioni popolari

Come vuole la tradizione, ogni anno, in occasione del giorno in cui vengono commemorati i defunti (il 2 novembre) a Venezia è usanza p...

Vedi

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Padova: Bartolomeo Cristofori: il padovano che inventò il pianoforte

bartolomeo_cristofori
Lo sapevate che...

Lo sapevate che l’inventore del pianoforte era un padovano? Ebbene sì e il suo nome è Bartolomeo Cristofori. Bartolomeo Cristofori ...

Vedi

Venezia: Il gondoliere: il guerriero della laguna

gondoliere
Misteri & Leggende

Tutti sanno chi è e cosa fa un gondoliere: è colui che con dovizia e professionalità conduce, grazie alla tecnica di voga a un sol r...

Vedi

I post più letti

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Mappa di Venezia, cosa sapere prima di partire

mappa-venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che Venezia non è un’unica grande isola ma un insieme di ben 117 piccole isole collegate tra di loro da oltre 400 ponti?...

Vedi

Padova: Perché si dice ‘Rimanere in braghe di tela?’

pietra-del-vituperio
Curiosità storiche

Vi siete mai chiesti da dove deriva la comune espressione ‘Rimanere in mutande’ o ‘Rimanere in braghe di tela’? Si tratta di un...

Vedi

Venezia: L’Ultima Cena del Veronese alle Gallerie dell’Accademia

ultima-cena-veronese
Curiosità storiche

Le dodici sale delle Gallerie dell’Accademia accolgono numerose opere d’arte veneziana e veneta realizzate da rinomati artisti tra ...

Vedi