Aneddoti & Curiosità

Le avventure di Giacomo Casanova durante il Carnevale a Venezia

Presenze illustri
DoSpade

Le avventure di Giacomo Casanova durante il Carnevale a Venezia

Il Carnevale di Venezia rappresentava sicuramente il momento migliore per ogni genere di avventura galante… L'atmosfera di festa e divertimento sfrenato che vi si respirava e i pochi controlli delle autorità erano ideali!

Un personaggio che a Carnevale si divertiva particolarmente era sicuramente il famoso Giacomo Casanova (1725- 1798), avventuriero e libertino, simbolo del ‘700 veneziano.

Una sera di carnevale del 1745 Casanova e un suo amico adocchiarono una bella popolana da San Giobbe che stava bevendo col marito e con altri due amici… E pensarono bene di organizzare un'incredibile burla.

Si presentarono a loro come pubblici funzionari ed imposero al marito e agli amici di seguirli fino all'isola di San Giorgio, in nome del consiglio dei X, lasciando l'ignara donna sola a Rialto. Piantati a San Giorgio quei poveri gonzi, Casanova e l'amico ritornarono a Rialto e condussero la donna all'osteria delle ‘Do Spade' dove cenarono e si divertirono a turno con lei tutta la notte; dopo di che la rimandarono a casa.

L'osteria delle Do Spade, di cui abbiamo notizie dal 1488, esiste a tutt'oggi: non vi avvengono più incontri galanti, ma ci si mangia benissimo!

Se la nostra rubrica ha catturato la tua attenzione, forse ti interesserà sapere che la brillante guida turistica di Venezia che ne cura i contenuti organizza tour guidati e personalizzati della città... Itinerari tra leggende, aneddoti, misteri e curiosità, ma anche affascinante visite private alle più importanti attrazioni di Venezia! Se sei interessato a ripercorrere le avventure del celebre Casanova, non perdere il tour a lui dedicato, che include anche una sosta per un cicchetto in questa storica osteria veneziana!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Fave dei morti: i dolci veneziani del giorno dei defunti

fave-dei-morti
Tradizioni popolari

Come vuole la tradizione, ogni anno, in occasione del giorno in cui vengono commemorati i defunti (il 2 novembre) a Venezia è usanza p...

Vedi

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Padova: Bartolomeo Cristofori: il padovano che inventò il pianoforte

bartolomeo_cristofori
Lo sapevate che...

Lo sapevate che l’inventore del pianoforte era un padovano? Ebbene sì e il suo nome è Bartolomeo Cristofori. Bartolomeo Cristofori ...

Vedi

Venezia: Il gondoliere: il guerriero della laguna

gondoliere
Misteri & Leggende

Tutti sanno chi è e cosa fa un gondoliere: è colui che con dovizia e professionalità conduce, grazie alla tecnica di voga a un sol r...

Vedi

I post più letti

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Mappa di Venezia, cosa sapere prima di partire

mappa-venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che Venezia non è un’unica grande isola ma un insieme di ben 117 piccole isole collegate tra di loro da oltre 400 ponti?...

Vedi

Padova: Perché si dice ‘Rimanere in braghe di tela?’

pietra-del-vituperio
Curiosità storiche

Vi siete mai chiesti da dove deriva la comune espressione ‘Rimanere in mutande’ o ‘Rimanere in braghe di tela’? Si tratta di un...

Vedi

Venezia: L’Ultima Cena del Veronese alle Gallerie dell’Accademia

ultima-cena-veronese
Curiosità storiche

Le dodici sale delle Gallerie dell’Accademia accolgono numerose opere d’arte veneziana e veneta realizzate da rinomati artisti tra ...

Vedi