Aneddoti & Curiosità

La Biennale di Venezia nell'Arsenale della Serenissima Repubblica

Curiosità storiche
Arsenale

La Biennale di Venezia nell'Arsenale della Serenissima Repubblica

La Biennale di Venezia è sicuramente una delle manifestazioni più importanti del mondo a livello artistico ed architettonico…

Nel corso degli anni, i padiglioni storici ai Giardini sono diventati insufficienti per ospitare tutti i nuovi Paesi che decidevano di partecipare al grande evento, così, dal 1980, l'anno della prima Biennale di Architettura, è cominciato un grande lavoro di recupero di alcuni spazi del vicino Arsenale di Venezia.

Si tratta senza dubbio del più vasto centro produttivo d'epoca preindustriale, che occupava un'area di ben quarantasei ettari, in cui lavoravano fino a 2.000 lavoratori al giorno. Era un luogo importante per Venezia, non solo perché in questo complesso di cantieri, officine e depositi si costruivano le flotte della Serenissima, ma anche perché era il simbolo della potenza economica, politica e militare della città. Il primo nucleo risale agli inizi del 1200, ma venne ampliato notevolmente nel corso dei secoli, anche dopo la caduta della Repubblica.

Attualmente sono state adibite a spazi espositivi della Biennale le Corderie, costruite nel 1303 e poi rifatte a fine ‘500, un tempo adibite alla costruzione di gomene, cavi e cordame (316 metri di lunghezza, 21 di larghezza e 9,70 di altezza); le Artiglierie (3.300 mq), costituite da un lungo edificio ad un piano risalente al 1560, che ospitavano le officine dell'Arsenale; le Gaggiandre, due grandiosi cantieri acquatici costruiti tra il 1568 e il 1573 su progetto attribuito a Jacopo Sansovino, che si affacciano sull'ampio bacino interno.

Se vuoi scoprire altri interessanti aneddoti su Venezia, richiedi subito la tua visita guidata personalizzata! Storia, tradizione, leggende e curiosità raccontati in prima persona dall'autrice della nostra rubrica nei luoghi in cui si sono svolti…

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Padova: Jacopo Marcello, il Capitano da Mar che non doveva morire

ca-marcello
Presenze illustri

Ca’ Marcello a Piombino Dese (PD) è una stupenda villa veneta settecentesca… Ancora oggi, è abitata dai Conti Marcello, nobile fa...

Vedi

Venezia: Cosa si mangia al Redentore?

sarde-saor
Tradizioni popolari

Festa tradizionale per eccellenza, celebrata ogni anno nel terzo fine settimana del mese di luglio, il Redentore ricorda la fine della ...

Vedi

Venezia: La cittadina di Dolo e i suoi abitanti

Dolo
Modi di dire

In provincia di Venezia c’è un piccolo comune, Dolo, che non ha una gran bella fama… L’espressione Ma te vien dal Dòeo? (Ma vie...

Vedi

Venezia: La Cripta della chiesa di San Simeone Piccolo

san-simeone-piccolo-venezia
Opere e luoghi poco noti

Appena usciti dalla stazione ferroviaria di Venezia, davanti a voi vedrete l’imponente cupola della chiesa di San Simeone Piccolo, ri...

Vedi

I post più letti

Padova: Il Prato della Valle a Padova

prato-della-valle
Curiosità storiche

Probabilmente solo i Padovani e poche altre persone sanno di un particolare primato che vanta la loro città: avere la piazza più gran...

Vedi

Treviso: Castelbrando a Cison di Valmarino

castelbrando
Opere e luoghi poco noti

La provincia di Treviso offre ai suoi visitatori moltissimi luoghi pieni di storia e ricchi di fascino… Uno di questi è sicuramente ...

Vedi

Venezia: La tomba di Antonio Canova nella Basilica dei Frari a Venezia

Tomba_Canova
Misteri & Leggende

Quando si visita la splendida basilica dei Frari a Venezia ci si trova davanti ad una piramide… Cosa ci fa una struttura come questa ...

Vedi

Venezia: L'imperatrice Sissi a Venezia

Sissi
Presenze illustri

L'imperatrice Sissi (1837-18989), moglie dell'imperatore d' Austria Francesco Giuseppe d'Asburgo, è rimasta nell'immaginario collettiv...

Vedi