Aneddoti & Curiosità

Il campo di San Zaccaria a Venezia e il divieto di far confusione

Curiosità storiche
San_Zaccaria

Il campo di San Zaccaria a Venezia e il divieto di far confusione

Dietro la basilica di San Marco a Venezia c'è una splendida chiesa tardo-gotica , la chiesa di San Zaccaria,una delle più belle della città.

Un tempo annesso alla chiesa c'era un convento di monache benedettine (oggi è la sede del comando provinciale dei carabinieri), uno dei più importanti della città, dove le figlie dei nobili veneziani più ricchi e importanti diventavano monache. Nonostante il prestigio di questo convento- il doge lo visitava ogni anno per la messa di Pasqua- giravano molte voci riguardanti i costumi delle monache, soprattutto per il cosiddetto parlatorio,vero e proprio luogo di feste ed incontri, tanto che si dice che si svolgessero persino degli spettacoli con burattini e su più di una monaca ci furono sospetti di ‘relazioni pericolose' con confessori o giovani che vivevano nei paraggi.

Nonostante ‘l'allegria' che regnava nel monastero, il luogo attorno ad esso veniva considerato sacro e infatti esisteva un rigido regolamento testimoniato dall'epigrafe visibile al civico 4697: nel Campo di San Zaccaria erano infatti vietati i giochi, sporcare il terreno, bestemmiare, fare schiamazzi e qualsiasi altro atto disdicevole, per i quali erano previsti pene molto severe; inoltre ogni sera i due accessi al campo venivano serrati da due portoni e riaperti solo al mattino.

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Fave dei morti: i dolci veneziani del giorno dei defunti

fave-dei-morti
Tradizioni popolari

Come vuole la tradizione, ogni anno, in occasione del giorno in cui vengono commemorati i defunti (il 2 novembre) a Venezia è usanza p...

Vedi

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Padova: Bartolomeo Cristofori: il padovano che inventò il pianoforte

bartolomeo_cristofori
Lo sapevate che...

Lo sapevate che l’inventore del pianoforte era un padovano? Ebbene sì e il suo nome è Bartolomeo Cristofori. Bartolomeo Cristofori ...

Vedi

Venezia: Il gondoliere: il guerriero della laguna

gondoliere
Misteri & Leggende

Tutti sanno chi è e cosa fa un gondoliere: è colui che con dovizia e professionalità conduce, grazie alla tecnica di voga a un sol r...

Vedi

I post più letti

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Mappa di Venezia, cosa sapere prima di partire

mappa-venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che Venezia non è un’unica grande isola ma un insieme di ben 117 piccole isole collegate tra di loro da oltre 400 ponti?...

Vedi

Padova: Perché si dice ‘Rimanere in braghe di tela?’

pietra-del-vituperio
Curiosità storiche

Vi siete mai chiesti da dove deriva la comune espressione ‘Rimanere in mutande’ o ‘Rimanere in braghe di tela’? Si tratta di un...

Vedi

Venezia: L’Ultima Cena del Veronese alle Gallerie dell’Accademia

ultima-cena-veronese
Curiosità storiche

Le dodici sale delle Gallerie dell’Accademia accolgono numerose opere d’arte veneziana e veneta realizzate da rinomati artisti tra ...

Vedi