Aneddoti & Curiosità

Castelbrando a Cison di Valmarino

Opere e luoghi poco noti
castelbrando

Castelbrando a Cison di Valmarino

La provincia di Treviso offre ai suoi visitatori moltissimi luoghi pieni di storia e ricchi di fascino… Uno di questi è sicuramente Castelbrando, nel comune di Cison di Valmarino (TV).

Castelbrando sorge alle pendici del monte Castello, da cui domina i borghi di Valmareno e di Cison, in un’area frequentata sin dal periodo paleoveneto e poi anche in epoca romana e ostrogota.

La costruzione di una vera e propria fortificazione si ebbe durante l’alto medioevo, durante le invasioni degli Ungari; poi, dal 926, diventò sede di un piccolo feudo che passò sotto il controllo di vari Signori, finché non fu conquistato della Repubblica di Venezia che, nel 1436, lo donò a Brandolino IV Brandolini, da Forlì, e al Gattamelata, condottieri di ventura al servizio della Repubblica. In seguito, il Gattamelata, a causa di una promozione militare, lo cedette totalmente al primo.

La dominazione veneziana portò un lungo periodo di pace e, cessate le funzioni militari, tra il XVI e il XVIII secolo, Castelbrando fu adattato alle esigenze dei Brandolini. La fortezza venne così trasformata in un palazzo signorile, applicandovi lo stile delle ville venete e creando un interessante, nonché innovativo per l’epoca, sistema di ‘riscaldamento’.

I conti tennero il castello sino al 1959, quando lo vendettero ai Salesiani che lo utilizzarono come seminario e luogo di ritiro. Rivenduto da questi nel 1997 all’imprenditore Massimo Colomban, è stato restaurato di recente e ospita oggi un albergo.

Castelbrando è incluso nelle tappe del nostro originale tour privato nella Marca Trevigiana, con partenza da Venezia! Contattaci subito per prenotare un’emozionante escursione tra Treviso e la sua splendida provincia

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Acqua Alta: quando un fenomeno normale diventa tragico

Acqua-alta-a-Venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che il termine ‘Acqua Alta’ è un’espressione derivante dal dialetto veneziano con la quale gli abitanti definivano i...

Vedi

Venezia: Marte, Adamo ed Eva: il Palazzo Ducale festeggia il loro ritorno

restauro-adamo-eva-ducale
Opere e luoghi poco noti

Dopo quattro anni di delicato restauro, le tre statue quattrocentesche del grande artista Antonio Rizzo verranno esposte eccezionalment...

Vedi

Romano D' Ezzellino: Perché si dice ‘Se non riesci a dormire conta le pecore’?

contare-le-pecore
Modi di dire

Il tutto ebbe inizio a Romano d’Ezzelino in provincia di Vicenza quando Ezzelino da Romano che soffriva d’insonnia, assoldò un can...

Vedi

Chioggia: La Valle dei Sette Morti

casone-millecampi-detto-casone-dei-sette-morti
Misteri & Leggende

Ormai Halloween è alle porte: siete già entrati nell’affascinante clima di terrore della festa più paurosa dell’anno? No? Beh, c...

Vedi

I post più letti

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Le origini dello Spritz

spritz-veneziano
Tradizioni popolari

Lo spritz, l’aperitivo tipico veneziano, è diventato al giorno d’oggi il cocktail simbolo dell’happy hour non solo in Italia, ma...

Vedi

Belluno: Il mistero del Pietrificatore di Sospirolo

pietrificatore
Misteri & Leggende

All’interno del Parco Nazionale delle Dolomiti, in provincia di Belluno, vi è il piccolo paesino di Sospirolo. Qui è nato un person...

Vedi