Aneddoti & Curiosità

La cella di Giacomo Casanova nel Palazzo Ducale di Venezia

Presenze illustri
Cella_Giacomo_Casanova

La cella di Giacomo Casanova nel Palazzo Ducale di Venezia

Giacomo Casanova (1725- 1798) è uno dei Veneziani più conosciuti al mondo, soprattutto per le sue innumerevoli avventure amorose, che lui stesso racconta nella sua autobiografia.

Casanova non fu soltanto un grande seduttore, ma anche un avventuriero: infatti, fu l'unica persona che riuscì a fuggire dalle terribili prigioni del Palazzo Ducale di Venezia.

Casanova era stato incarcerato nella notte del 25 luglio 1755 e messo in una cella dei cosiddetti ‘Piombi', cioè le stanze che si trovavano sotto ilo tetto di Palazzo Ducale, ricoperte da lastre di piombo. Il temibile Consiglio dei X lo aveva incarcerato perché il suo comportamento libertino era pericoloso per la stabilità sociale, ma anche perché era considerato un ciarlatano che con finte conoscenze magiche circuiva anziani nobili.

Avrebbe dovuto restare in cella per 5 anni, ma Casanova fin da subito studiò un modo di evadere. L'incredibile impresa gli riuscì insieme ad un altro detenuto, Padre Marino Balbi, la notte di Ognissanti del 1755, facendo un foro nel soffitto e calandosi nel cortile di Palazzo Ducale, dal quale uscirono poi indisturbati come comuni visitatori…

Se vuoi ascoltare altri curiosi aneddoti su Venezia o conoscere i luoghi nei quali si sono svolti, prenota subito la tua visita guidata su misura! Un'esperta guida locale ti porterà nei luoghi di Venezia che più ti incuriosiscono!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Fave dei morti: i dolci veneziani del giorno dei defunti

fave-dei-morti
Tradizioni popolari

Come vuole la tradizione, ogni anno, in occasione del giorno in cui vengono commemorati i defunti (il 2 novembre) a Venezia è usanza p...

Vedi

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Padova: Bartolomeo Cristofori: il padovano che inventò il pianoforte

bartolomeo_cristofori
Lo sapevate che...

Lo sapevate che l’inventore del pianoforte era un padovano? Ebbene sì e il suo nome è Bartolomeo Cristofori. Bartolomeo Cristofori ...

Vedi

Venezia: Il gondoliere: il guerriero della laguna

gondoliere
Misteri & Leggende

Tutti sanno chi è e cosa fa un gondoliere: è colui che con dovizia e professionalità conduce, grazie alla tecnica di voga a un sol r...

Vedi

I post più letti

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Mappa di Venezia, cosa sapere prima di partire

mappa-venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che Venezia non è un’unica grande isola ma un insieme di ben 117 piccole isole collegate tra di loro da oltre 400 ponti?...

Vedi

Padova: Perché si dice ‘Rimanere in braghe di tela?’

pietra-del-vituperio
Curiosità storiche

Vi siete mai chiesti da dove deriva la comune espressione ‘Rimanere in mutande’ o ‘Rimanere in braghe di tela’? Si tratta di un...

Vedi

Venezia: L’Ultima Cena del Veronese alle Gallerie dell’Accademia

ultima-cena-veronese
Curiosità storiche

Le dodici sale delle Gallerie dell’Accademia accolgono numerose opere d’arte veneziana e veneta realizzate da rinomati artisti tra ...

Vedi