Aneddoti & Curiosità

Il Chiostro del Seminario Patriarcale di Venezia

Opere e luoghi poco noti
seminario_patriarcale

Il Chiostro del Seminario Patriarcale di Venezia

Accanto alla splendida basilica della Salute sul Canal grande a Venezia sorge il palazzo del Seminario patriarcale, costruito dal celebre architetto Longhena nel 1669 per ospitare il convento dei Padri Somaschi. Nel 1810, in seguito alla soppressione degli ordini religiosi per decreto napoleonico, l'edificio divenne proprietà del Demanio e nel 1818 vi fu trasferito il Seminario patriarcale.

Qui il Canonico Giannantonio Moschini cominciò a conservare diversi frammenti lapidei ed epigrafi che provenivano dalle chiese distrutte o soppresse in quegli anni, ma anche pezzi archeologici di varia provenienza. Il chiostro dell'ex convento divenne così un incredibile museo a cielo aperto, in cui la storia di Venezia si può leggere attraverso le sue pietre.

Troviamo per esempio un'ara sepolcrale romana (proveniente probabilmente da Altino), in cui fu aggiunta una nave con la vela dei crociati; cippi miliari romani trovati nelle fondazioni del campanile di San Pietro di Castello, l'antica cattedrale di Venezia; lastre tombali di antichi cavalieri e dignitari della Repubblica entro cornici gotiche; la lapide del famoso erudito cinquecentesco Tommaso Rangone, l'astrologo che predisse un nuovo diluvio nel 1524 e scrisse un manuale con i consigli per vivere 120 anni; la rinascimentale statua di Santa Marina, che decorava l'altar maggiore dell'omonima chiesa, un tempo visitata dal Doge ogni anno e che prima di essere del tutto distrutta divenne un'osteria, e molto latro ancora…

Il chiostro del Seminario Patriarcale è visitabile ogni giorno insieme alla splendida Pinacoteca Manfrediana.

Se desideri visitare il chiostro del Seminario Patriarcale con un'esclusiva visita guidata privata, puoi richiedere la disponibilità della nostra guida: Francesca sarà felice di accompagnarti alla scoperta della Venezia nascosta creando un itinerario su misura per te!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Il Vetro a Venezia: un’Arte ineguagliabile

vetro2
Curiosità storiche

Eccoci tornati all’incredibile storia del vetro. L’ultima volta ci eravamo lasciati con un importante quesito: come arrivò il vetr...

Vedi

Campagna Lupia: Il Casone di Valle Zappa: l’Olanda in laguna

casone_valle_zappa
Opere e luoghi poco noti

Se vi capita di passare per Campagna Lupia, fate una piccola deviazione perché qui si nasconde un piccolo gioiello, un pezzetto di Ola...

Vedi

Venezia: Quanto costa un giro in gondola?

gondola
Lo sapevate che...

Avete deciso di visitare Venezia e avete inserito nella lista di cose da fare un bel giro in gondola? Come darvi torto! A Venezia c’...

Vedi

I post più letti

Venezia: Mappa di Venezia, cosa sapere prima di partire

mappa-venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che Venezia non è un’unica grande isola ma un insieme di ben 117 piccole isole collegate tra di loro da oltre 400 ponti?...

Vedi

Venezia: Alla scoperta dell’isola di San Giorgio Maggiore a Venezia, cosa vedere e come raggiungerla

isola_di_san_giorgio_maggiore
Opere e luoghi poco noti

A qualcuno di voi sarà forse capitato, in viaggio a Venezia, di fotografare il meraviglioso panorama che si staglia di fronte alla sto...

Vedi

Treviso: La chiesa parrocchiale di San Silvestro a Selva del Montello

san-silvestro-montello
Opere e luoghi poco noti

Nella piccola frazione di Selva del Montello, in provincia di Treviso, vi è una chiesa parrocchiale che offre ai suoi visitatori opere...

Vedi

Vicenza: La leggenda dei Nani di Villa Valmarana a Vicenza

Villa_Valmarana_ai_Nani
Misteri & Leggende

Villa Valmarana ai Nani di Vicenza è una delle ville più conosciute e visitate del Veneto soprattutto grazie agli affreschi di Gianba...

Vedi