Aneddoti & Curiosità

Il Chiostro del Seminario Patriarcale di Venezia

Opere e luoghi poco noti
seminario_patriarcale

Il Chiostro del Seminario Patriarcale di Venezia

Accanto alla splendida basilica della Salute sul Canal grande a Venezia sorge il palazzo del Seminario patriarcale, costruito dal celebre architetto Longhena nel 1669 per ospitare il convento dei Padri Somaschi. Nel 1810, in seguito alla soppressione degli ordini religiosi per decreto napoleonico, l'edificio divenne proprietà del Demanio e nel 1818 vi fu trasferito il Seminario patriarcale.

Qui il Canonico Giannantonio Moschini cominciò a conservare diversi frammenti lapidei ed epigrafi che provenivano dalle chiese distrutte o soppresse in quegli anni, ma anche pezzi archeologici di varia provenienza. Il chiostro dell'ex convento divenne così un incredibile museo a cielo aperto, in cui la storia di Venezia si può leggere attraverso le sue pietre.

Troviamo per esempio un'ara sepolcrale romana (proveniente probabilmente da Altino), in cui fu aggiunta una nave con la vela dei crociati; cippi miliari romani trovati nelle fondazioni del campanile di San Pietro di Castello, l'antica cattedrale di Venezia; lastre tombali di antichi cavalieri e dignitari della Repubblica entro cornici gotiche; la lapide del famoso erudito cinquecentesco Tommaso Rangone, l'astrologo che predisse un nuovo diluvio nel 1524 e scrisse un manuale con i consigli per vivere 120 anni; la rinascimentale statua di Santa Marina, che decorava l'altar maggiore dell'omonima chiesa, un tempo visitata dal Doge ogni anno e che prima di essere del tutto distrutta divenne un'osteria, e molto latro ancora…

Il chiostro del Seminario Patriarcale è visitabile ogni giorno insieme alla splendida Pinacoteca Manfrediana.

Se desideri visitare il chiostro del Seminario Patriarcale con un'esclusiva visita guidata privata, puoi richiedere la disponibilità della nostra guida: Francesca sarà felice di accompagnarti alla scoperta della Venezia nascosta creando un itinerario su misura per te!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Padova: Jacopo Marcello, il Capitano da Mar che non doveva morire

ca-marcello
Presenze illustri

Ca’ Marcello a Piombino Dese (PD) è una stupenda villa veneta settecentesca… Ancora oggi, è abitata dai Conti Marcello, nobile fa...

Vedi

Venezia: Cosa si mangia al Redentore?

sarde-saor
Tradizioni popolari

Festa tradizionale per eccellenza, celebrata ogni anno nel terzo fine settimana del mese di luglio, il Redentore ricorda la fine della ...

Vedi

Venezia: La cittadina di Dolo e i suoi abitanti

Dolo
Modi di dire

In provincia di Venezia c’è un piccolo comune, Dolo, che non ha una gran bella fama… L’espressione Ma te vien dal Dòeo? (Ma vie...

Vedi

Venezia: La Cripta della chiesa di San Simeone Piccolo

san-simeone-piccolo-venezia
Opere e luoghi poco noti

Appena usciti dalla stazione ferroviaria di Venezia, davanti a voi vedrete l’imponente cupola della chiesa di San Simeone Piccolo, ri...

Vedi

I post più letti

Padova: Il Prato della Valle a Padova

prato-della-valle
Curiosità storiche

Probabilmente solo i Padovani e poche altre persone sanno di un particolare primato che vanta la loro città: avere la piazza più gran...

Vedi

Treviso: Castelbrando a Cison di Valmarino

castelbrando
Opere e luoghi poco noti

La provincia di Treviso offre ai suoi visitatori moltissimi luoghi pieni di storia e ricchi di fascino… Uno di questi è sicuramente ...

Vedi

Venezia: La tomba di Antonio Canova nella Basilica dei Frari a Venezia

Tomba_Canova
Misteri & Leggende

Quando si visita la splendida basilica dei Frari a Venezia ci si trova davanti ad una piramide… Cosa ci fa una struttura come questa ...

Vedi

Venezia: L'imperatrice Sissi a Venezia

Sissi
Presenze illustri

L'imperatrice Sissi (1837-18989), moglie dell'imperatore d' Austria Francesco Giuseppe d'Asburgo, è rimasta nell'immaginario collettiv...

Vedi