Aneddoti & Curiosità

Il Chiostro del Seminario Patriarcale di Venezia

Opere e luoghi poco noti
seminario_patriarcale

Il Chiostro del Seminario Patriarcale di Venezia

Accanto alla splendida basilica della Salute sul Canal grande a Venezia sorge il palazzo del Seminario patriarcale, costruito dal celebre architetto Longhena nel 1669 per ospitare il convento dei Padri Somaschi. Nel 1810, in seguito alla soppressione degli ordini religiosi per decreto napoleonico, l'edificio divenne proprietà del Demanio e nel 1818 vi fu trasferito il Seminario patriarcale.

Qui il Canonico Giannantonio Moschini cominciò a conservare diversi frammenti lapidei ed epigrafi che provenivano dalle chiese distrutte o soppresse in quegli anni, ma anche pezzi archeologici di varia provenienza. Il chiostro dell'ex convento divenne così un incredibile museo a cielo aperto, in cui la storia di Venezia si può leggere attraverso le sue pietre.

Troviamo per esempio un'ara sepolcrale romana (proveniente probabilmente da Altino), in cui fu aggiunta una nave con la vela dei crociati; cippi miliari romani trovati nelle fondazioni del campanile di San Pietro di Castello, l'antica cattedrale di Venezia; lastre tombali di antichi cavalieri e dignitari della Repubblica entro cornici gotiche; la lapide del famoso erudito cinquecentesco Tommaso Rangone, l'astrologo che predisse un nuovo diluvio nel 1524 e scrisse un manuale con i consigli per vivere 120 anni; la rinascimentale statua di Santa Marina, che decorava l'altar maggiore dell'omonima chiesa, un tempo visitata dal Doge ogni anno e che prima di essere del tutto distrutta divenne un'osteria, e molto latro ancora…

Il chiostro del Seminario Patriarcale è visitabile ogni giorno insieme alla splendida Pinacoteca Manfrediana.

Se desideri visitare il chiostro del Seminario Patriarcale con un'esclusiva visita guidata privata, puoi richiedere la disponibilità della nostra guida: Francesca sarà felice di accompagnarti alla scoperta della Venezia nascosta creando un itinerario su misura per te!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Treviso: Le curiose leggende sulla nascita del radicchio trevigiano

radicchio_CC.Mon CEil
Lo sapevate che...

Lo sapevate che, secondo un antico detto popolare, il radicchio rosso sembra sia nato come dono che l'autunno fa all'inverno, per dare ...

Vedi

Venezia: Acqua Alta: quando un fenomeno normale diventa tragico

Acqua-alta-a-Venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che il termine ‘Acqua Alta’ è un’espressione derivante dal dialetto veneziano con la quale gli abitanti definivano i...

Vedi

Venezia: Marte, Adamo ed Eva: il Palazzo Ducale festeggia il loro ritorno

restauro-adamo-eva-ducale
Opere e luoghi poco noti

Dopo quattro anni di delicato restauro, le tre statue quattrocentesche del grande artista Antonio Rizzo verranno esposte eccezionalment...

Vedi

Romano D' Ezzellino: Perché si dice ‘Se non riesci a dormire conta le pecore’?

contare-le-pecore
Modi di dire

Il tutto ebbe inizio a Romano d’Ezzelino in provincia di Vicenza quando Ezzelino da Romano che soffriva d’insonnia, assoldò un can...

Vedi

I post più letti

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Le origini dello Spritz

spritz-veneziano
Tradizioni popolari

Lo spritz, l’aperitivo tipico veneziano, è diventato al giorno d’oggi il cocktail simbolo dell’happy hour non solo in Italia, ma...

Vedi

Belluno: Il mistero del Pietrificatore di Sospirolo

pietrificatore
Misteri & Leggende

All’interno del Parco Nazionale delle Dolomiti, in provincia di Belluno, vi è il piccolo paesino di Sospirolo. Qui è nato un person...

Vedi