Aneddoti & Curiosità

Il Giardino del ex Convento delle Zitelle alla Giudecca

Opere e luoghi poco noti
zitelle-giudecca

Il Giardino del ex Convento delle Zitelle alla Giudecca

Nella tranquilla isola della Giudecca un tempo vi erano alcuni conventi, fra cui quello delle cosiddette ‘Zitelle'.

La costruzione della chiesa di Santa Maria della Presentazione, con annesso convento, avvenne nel 1570 ad opera del famoso architetto Andrea Palladio. Fin dall'inizio ospitava povere fanciulle orfane (le ‘Zitelle'), che qui vivevano e lavoravano e, non avendo una dote, difficilmente convolavano a nozze.

Dopo anni di abbandono, il convento del Palladio è diventato un esclusivo hotel di lusso… Se oggi vi soggiornano delle ‘zitelle', sicuramente non sono rimaste tali per la mancanza di una dote!

Dietro questo complesso cinquecentesco vi sono degli splendidi giardini, da poco sistemati cercando di ricreare quello che era l'aspetto di questi luoghi nel passato, grazie anche allo studio di antiche pianti e descrizioni. Sono stati quindi realizzati recinti in mattoni che delimitano piccoli lotti, sempre orientati nord- sud per godere meglio del sole.
Essendo un giardino rinascimentale, gli spazi sono rigorosamente geometrici e la divisione in piccoli lotti crea un gioco di prospettive di profondità diverse… Senza dimenticare però le origini orientali della città. Sappiamo dalle fonti che tutti i giardini di Venezia avevano un ‘tappeto orientale', cioè una distesa di fiori (in questo caso tulipani anemoni, narcisi e crochi), tipico appunto dei giardini da favola descritti nelle ‘Mille e una Notte'.

Se desideri includere nella tua visita a Venezia anche la splendida isola della Giudecca, dove, tra le altre cose, si trova anche la celebre Chiesa del Redentore, contattaci per conoscere la disponibilità di Francesca ed organizzare con lei un itinerario di visita personalizzato!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Treviso: Le curiose leggende sulla nascita del radicchio trevigiano

radicchio_CC.Mon CEil
Lo sapevate che...

Lo sapevate che, secondo un antico detto popolare, il radicchio rosso sembra sia nato come dono che l'autunno fa all'inverno, per dare ...

Vedi

Venezia: Acqua Alta: quando un fenomeno normale diventa tragico

Acqua-alta-a-Venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che il termine ‘Acqua Alta’ è un’espressione derivante dal dialetto veneziano con la quale gli abitanti definivano i...

Vedi

Venezia: Marte, Adamo ed Eva: il Palazzo Ducale festeggia il loro ritorno

restauro-adamo-eva-ducale
Opere e luoghi poco noti

Dopo quattro anni di delicato restauro, le tre statue quattrocentesche del grande artista Antonio Rizzo verranno esposte eccezionalment...

Vedi

Romano D' Ezzellino: Perché si dice ‘Se non riesci a dormire conta le pecore’?

contare-le-pecore
Modi di dire

Il tutto ebbe inizio a Romano d’Ezzelino in provincia di Vicenza quando Ezzelino da Romano che soffriva d’insonnia, assoldò un can...

Vedi

I post più letti

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Le origini dello Spritz

spritz-veneziano
Tradizioni popolari

Lo spritz, l’aperitivo tipico veneziano, è diventato al giorno d’oggi il cocktail simbolo dell’happy hour non solo in Italia, ma...

Vedi

Belluno: Il mistero del Pietrificatore di Sospirolo

pietrificatore
Misteri & Leggende

All’interno del Parco Nazionale delle Dolomiti, in provincia di Belluno, vi è il piccolo paesino di Sospirolo. Qui è nato un person...

Vedi