Aneddoti & Curiosità

La festa del Redentore a Venezia e la peste del 1576 nell'isola del Lazzaretto

Curiosità storiche
Lazzaretto

La festa del Redentore a Venezia e la peste del 1576 nell'isola del Lazzaretto

La festa del Redentore a Venezia è forse la più importante celebrazione della città lagunare ma è legata ad un evento davvero tragico: la pestilenza che colpì la città nel 1575 e in due anni provocò 50.000 morti, quasi un veneziano su tre. Così nel settembre del 1576 il Senato chiese l'aiuto divino facendo voto di realizzare una nuova chiesa intitolata al Redentore e nel maggio del 1577 si pose la prima pietra del progetto di Andrea Palladio e il 20 luglio successivo si festeggiò la fine della peste con una processione che raggiungeva la chiesa attraverso un ponte di barche, dando inizio a una tradizione che dura ancor oggi.

Se si cercano tracce di questa terribile pestilenza si può andare a visitare l'isola del Lazzaretto Nuovo, situata vicino all'isola di Sant'Erasmo, raggiungibile con il vaporetto n° 13.

L'isola divenne luogo di contumacia (cioè quarantena perché durava 40 giorni) per le navi che arrivavano dai vari porti del Mediterraneo, sospette di essere portatrici del morbo. Per rendere efficiente la struttura sanitaria furono costruiti molti edifici, tra cui il cinquecentesco Tezon Grande, lungo più di 100 metri (il più grande edificio pubblico di Venezia dopo le Corderie dell'Arsenale), luogo di ricovero dei malati. Esso conserva ancora molte scritte e disegni originali che attestano la presenza dei mercanti, dei 'bastazi' (facchini) e dei guardiani del Magistrato alla Sanità, descrivendo arrivi di navi e commerci (da Costantinopoli, Nauplia nel Peloponneso, Alessandria d'Egitto, Cipro ...), e riportando sigilli e simboli, nomi di dogi e di marinai.

Vuoi scoprire quali furono i bizzarri metodi di cura praticati a Venezia nelle varie epidemie di peste? E quali sono le differenze tra il Coronavirus di oggi e la peste del passato? Scoprilo qui: 'Il Coronavirus non è (per fortuna) la nuova peste di Venezia'. E se vuoi vivere la magia del Redentore in prima persona dai un'occhiata allo 'Speciale Redentore' e scopri le nostre migliori esperienze!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Cosa accadde il 16 maggio a Venezia

almanacco-venezia-rubrica
Almanacco di Venezia

  Secondo il Calendario Liturgico Veneziano oggi è il giorno di San Boldo (Sant'Ubaldo Vescovo) al Santo era dedicata una Chiesa,...

Vedi

Venezia: Cosa accadde l'1 maggio a Venezia

almanacco-venezia-rubrica
Almanacco di Venezia

Secondo il Calendario Liturgico Veneziano oggi è il giorno dei Santi Filipo e Giacomo Apostoli e di Santa Scolastica, di cui esistevan...

Vedi

Venezia: Cosa accadde il 25 aprile a Venezia

almanacco-venezia-rubrica
Almanacco di Venezia

Secondo il Calendario Liturgico Veneziano oggi è il giorno di San Marco Evangelista Patrono di Venezia. E' la Prima Festa di San Marco...

Vedi

Venezia: Cosa accadde il 20 aprile a Venezia

almanacco-venezia-rubrica
Almanacco di Venezia

Secondo il Calendario Liturgico Veneziano oggi è il giorno di San Vettor (San Vittore).   - 20 aprile 1797: cattura della fregata...

Vedi

I post più letti

Venezia: 10 canzoni che ti faranno pensare a Venezia

canzoni-ve
Lo sapevate che...

Ci sono canzoni di cui basta sentire le prime note per essere subito trasportati con la mente ad un luogo, un ricordo o un sogno. Quest...

Vedi

Padova: Vò Euganeo: un luogo da scoprire

vò
Opere e luoghi poco noti

In questi ultimi mesi si è sentito molto parlare del piccolo comune di Vò, in provincia di Padova, al centro delle attenzioni e preoc...

Vedi

Venezia: 10 film ambientati a Venezia da non perdere

10_film_venezia
Location cinematografiche

Venezia è una città unica al mondo, ogni anno fa sognare milioni di visitatori con il suo fascino intramontabile e le sue ‘calli’...

Vedi

Chioggia: La Valle dei Sette Morti

casone-millecampi-detto-casone-dei-sette-morti
Misteri & Leggende

Ormai Halloween è alle porte: siete già entrati nell’affascinante clima di terrore della festa più paurosa dell’anno? No? Beh, c...

Vedi