Aneddoti & Curiosità

La festa del Redentore a Venezia e la peste del 1576 nell'isola del Lazzaretto

Curiosità storiche
Lazzaretto

La festa del Redentore a Venezia e la peste del 1576 nell'isola del Lazzaretto

La festa del Redentore a Venezia è forse la più importante celebrazione della città lagunare ma è legata ad un evento davvero tragico: la pestilenza che colpì la città nel 1575 e in due anni provocò 50.000 morti, quasi un veneziano su tre. Così nel settembre del 1576 il Senato chiese l'aiuto divino facendo voto di realizzare una nuova chiesa intitolata al Redentore e nel maggio del 1577 si pose la prima pietra del progetto di Andrea Palladio e il 20 luglio successivo si festeggiò la fine della peste con una processione che raggiungeva la chiesa attraverso un ponte di barche, dando inizio a una tradizione che dura ancor oggi.

Se si cercano tracce di questa terribile pestilenza si può andare a visitare l'isola del Lazzaretto Nuovo, situata vicino all'isola di Sant'Erasmo, raggiungibile con il vaporetto n° 13.

L'isola divenne luogo di contumacia (cioè quarantena perché durava 40 giorni) per le navi che arrivavano dai vari porti del Mediterraneo, sospette di essere portatrici del morbo. Per rendere efficiente la struttura sanitaria furono costruiti molti edifici, tra cui il cinquecentesco Tezon Grande, lungo più di 100 metri (il più grande edificio pubblico di Venezia dopo le Corderie dell'Arsenale), luogo di ricovero dei malati. Esso conserva ancora molte scritte e disegni originali che attestano la presenza dei mercanti, dei 'bastazi' (facchini) e dei guardiani del Magistrato alla Sanità, descrivendo arrivi di navi e commerci (da Costantinopoli, Nauplia nel Peloponneso, Alessandria d'Egitto, Cipro ...), e riportando sigilli e simboli, nomi di dogi e di marinai.

E' possibile effettuare visite guidate ogni sabato e domenica alle ore 9.45 e 16.30.

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Il gondoliere: il guerriero della laguna

gondoliere
Misteri & Leggende

Tutti sanno chi è e cosa fa un gondoliere: è colui che con dovizia e professionalità conduce, grazie alla tecnica di voga a un sol r...

Vedi

Venezia: Perché si dice Rosso Tiziano?

rosso_tiziano
Modi di dire

Ricordate la sensuale ‘Venere di Urbino’ o l’elegante ‘Donna allo specchio’ di Tiziano Vecellio? Ecco, focalizzatevi sul...

Vedi

Cortina D'ampezzo: Un Museo tra le Nuvole a Cortina d’Ampezzo

Museo-delle-Nuvole-Monte-Rite-a-Cibiana
Misteri & Leggende

Se da Cortina d’Ampezzo arrivate in cima al Monte Rite a 2181 metri, vi stupirà trovare tra le nude rocce dolomitiche, un Museo che ...

Vedi

Venezia: The Twin Bottles: l’arte dice NO alla plastica in mare

the_twin_bottles
Lo sapevate che...

Lo sapevate che nel Canal Grande di Venezia, nei pressi di Palazzo Ca' Vendramin Calergi ci sono due immense bottiglie accartocciate ch...

Vedi

I post più letti

Venezia: Quanto costa un giro in gondola?

gondola
Lo sapevate che...

Avete deciso di visitare Venezia e avete inserito nella lista di cose da fare un bel giro in gondola? Come darvi torto! A Venezia c’...

Vedi

Venezia: Il cuore di pietra della Basilica di San Marco

cuore-erizzo
Opere e luoghi poco noti

Se siete in visita alla Basilica di San Marco e vi siete appena accomiatati dalla meravigliosa visione della Pala d’Oro (assolutament...

Vedi

Treviso: Il fantasma di Bianca di Collalto

castello-collalto
Misteri & Leggende

Nella notte fra il 31 ottobre e il 1° novembre raccontarsi una spaventosa storia di fantasmi è quasi d’obbligo… Eccone una legata...

Vedi

Padova: Il Prato della Valle a Padova

prato-della-valle
Curiosità storiche

Probabilmente solo i Padovani e poche altre persone sanno di un particolare primato che vanta la loro città: avere la piazza più gran...

Vedi