Aneddoti & Curiosità

La festa di giovedì grasso a Piazza San Marco a Venezia

Tradizioni popolari
Giovedi_Grasso

La festa di giovedì grasso a Piazza San Marco a Venezia

A Venezia, ai tempi dei dogi, le celebrazioni per il Carnevale erano tante e decisamente spettacolari.

Nella giornata del giovedì grasso veniva allestita  in Piazzetta San Marco, davanti a Palazzo Ducale, una specie di macchina lignea dalla quale di sera si sparavano variopinti fuochi d'artificio e inoltre alcuni equilibristi davano prova delle loro capacità esibendosi nelle ‘forze d'Ercole', una specie di piramide umana che si alzava sopra un tavolato montato su panche, mentre altri si calavano dal campanile di San Marco tramite cavi collegati al molo e alla loggia dello stesso Palazzo Ducale, per completare il loro volo direttamente dal doge che assisteva ai festeggiamenti dalla finestra del  palazzo.

In quell'occasione, come possiamo vedere in questo dipinto di Francesco Guardi della seconda metà del XVIII secolo conservato ora al Louvre, una grande folla di popolani si accalcava nella Piazzetta attorno alla macchina dei fuochi d'artificio per assistere allo spettacolo, mentre i nobili e gli altri invitati di un certo riguardo trovavano posto nella tribuna lignea che veniva allestita ai piedi di Palazzo Ducale.

Se volete farvi un'idea più precisa di cosa fossero le ‘forze d'Ercole' e non potete andare al Louvre, al museo Correr in Piazza San Marco, nella sala dedicata ai giochi, potrete ammirare un modellino di quest'incredibile prova di abilità e di equilibrio.

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Treviso: Le curiose leggende sulla nascita del radicchio trevigiano

radicchio_CC.Mon CEil
Lo sapevate che...

Lo sapevate che, secondo un antico detto popolare, il radicchio rosso sembra sia nato come dono che l'autunno fa all'inverno, per dare ...

Vedi

Venezia: Acqua Alta: quando un fenomeno normale diventa tragico

Acqua-alta-a-Venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che il termine ‘Acqua Alta’ è un’espressione derivante dal dialetto veneziano con la quale gli abitanti definivano i...

Vedi

Venezia: Marte, Adamo ed Eva: il Palazzo Ducale festeggia il loro ritorno

restauro-adamo-eva-ducale
Opere e luoghi poco noti

Dopo quattro anni di delicato restauro, le tre statue quattrocentesche del grande artista Antonio Rizzo verranno esposte eccezionalment...

Vedi

Romano D' Ezzellino: Perché si dice ‘Se non riesci a dormire conta le pecore’?

contare-le-pecore
Modi di dire

Il tutto ebbe inizio a Romano d’Ezzelino in provincia di Vicenza quando Ezzelino da Romano che soffriva d’insonnia, assoldò un can...

Vedi

I post più letti

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Le origini dello Spritz

spritz-veneziano
Tradizioni popolari

Lo spritz, l’aperitivo tipico veneziano, è diventato al giorno d’oggi il cocktail simbolo dell’happy hour non solo in Italia, ma...

Vedi

Belluno: Il mistero del Pietrificatore di Sospirolo

pietrificatore
Misteri & Leggende

All’interno del Parco Nazionale delle Dolomiti, in provincia di Belluno, vi è il piccolo paesino di Sospirolo. Qui è nato un person...

Vedi