Aneddoti & Curiosità

Gli autografi reali del Catajo, castello delle meraviglie sui Colli Euganei

Curiosità storiche
Castello_Catajo

Gli autografi reali del Catajo, castello delle meraviglie sui Colli Euganei

Il Catajo, castello delle meraviglie sui Colli Euganei a pochi km da Padova, è un luogo denso di storie da raccontare, misteri, enigmi, curiosità. 

Molti lo conoscono per la leggenda dell’assassinio di Lucrezia Dondi dell’Orologio, moglie di Pio Enea degli Obizzi di Padova, di cui in castello si conserva il sangue impresso nella pietra su cui la sfortunata cadde esanime… Non sapevate di questo fatto ancora ricco di interrogativi? Il nostro ‘Gametour 'Il mistero dell’Amuleto’ vi permetterà di scoprirlo divertendovi! 

Il Castello del Catajo a Battaglia Terme (PD) nacque però quasi subito come vera e propria dimora, una residenza privata che esaltasse il valore e la ricchezza degli Obizzi, una famiglia di capitani di ventura originaria della Borgogna. I suoi membri non erano nobili di sangue, bensì lo diventarono per ‘meriti di guerra’.

Fu per loro volontà che il castello si arricchì dello splendido ciclo di affreschi dello Zelotti, oggi di fatto uno dei più bei cicli nel panorama delle ville venete - il quale fu chiamato a celebrare la gloria della famiglia attraverso la rappresentazione di episodi memorabili ed allegorie che ne esaltano le virtù. 

La storia del castello del Catajo fu però da subito anche la storia di una residenza privata, una vera e propria ‘casa’ sia per gli Obizzi sia, in seguito, per la dinastia degli Asburgo D’Este, che nel 1803 riceverono il complesso da Tommaso Obizzi, morto senza figli. Diventato di fatto una reggia austro-estense, il castello del Catajo a Padova si connesse ancora di più alla nobiltà europea e continuò ad essere utilizzato come illustre dimora, ospitando numerosi sovrani e personaggi pubblici del tempo in visita nel territorio.

Molti di questi lasciarono sui muri delle sale affrescate alcune dediche scritte a matita, le quali rivelano un insolito spaccato di vita privata. Fra tutte, vi sono anche le scritte con cui l’Arciduchessa Maria Beatrice D’Este dai 13 anni in poi comincia ad annotare la sua crescita in altezza… proprio come farebbe un bambino nella sua cameretta!

Vi aspettiamo per il nostro ‘Gametour 'Il mistero dell’Amuleto’ per scoprire queste e molte altre curiosità!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Fave dei morti: i dolci veneziani del giorno dei defunti

fave-dei-morti
Tradizioni popolari

Come vuole la tradizione, ogni anno, in occasione del giorno in cui vengono commemorati i defunti (il 2 novembre) a Venezia è usanza p...

Vedi

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Padova: Bartolomeo Cristofori: il padovano che inventò il pianoforte

bartolomeo_cristofori
Lo sapevate che...

Lo sapevate che l’inventore del pianoforte era un padovano? Ebbene sì e il suo nome è Bartolomeo Cristofori. Bartolomeo Cristofori ...

Vedi

Venezia: Il gondoliere: il guerriero della laguna

gondoliere
Misteri & Leggende

Tutti sanno chi è e cosa fa un gondoliere: è colui che con dovizia e professionalità conduce, grazie alla tecnica di voga a un sol r...

Vedi

I post più letti

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Mappa di Venezia, cosa sapere prima di partire

mappa-venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che Venezia non è un’unica grande isola ma un insieme di ben 117 piccole isole collegate tra di loro da oltre 400 ponti?...

Vedi

Padova: Perché si dice ‘Rimanere in braghe di tela?’

pietra-del-vituperio
Curiosità storiche

Vi siete mai chiesti da dove deriva la comune espressione ‘Rimanere in mutande’ o ‘Rimanere in braghe di tela’? Si tratta di un...

Vedi

Venezia: L’Ultima Cena del Veronese alle Gallerie dell’Accademia

ultima-cena-veronese
Curiosità storiche

Le dodici sale delle Gallerie dell’Accademia accolgono numerose opere d’arte veneziana e veneta realizzate da rinomati artisti tra ...

Vedi