Aneddoti & Curiosità

I Boteri e l'arte del Vino a Venezia

Curiosità storiche
boteri

I Boteri e l'arte del Vino a Venezia

Venezia è sempre stata una città amante del vino: un tempo l'acqua scarseggiava- doveva essere raccolta quella piovana nei pozzi- e quindi il vino era spesso più economico e più salutare (l'acqua piovana non era del tutto pura).

Naturalmente intorno al vino esisteva un fiorente commercio, concentrato nella zona del mercato di Rialto, dove i toponimi ci aiutano a ritrovarne traccia. Sul Canal Grande, vicino alla parrocchia di San Salvador c'è la Riva del Vin, e la confraternita dei venditori era proprio in questa chiesa.

Tanti erano i mestieri legati al vino, per esempio quello dei Boteri, cioè coloro che fabbricano le botti per lo stoccaggio e il trasporto del prezioso liquido. Nella parrocchia di San Canciano troviamo infatti Calle dei Boteri ma non solo: in campo Rialto Novo, opposto a quello di San Giacometto, vi sono nei pilastri delle arcate dei rilievi scolpiti che raffigurano i simboli di varie arti tra cui appunto una botte, perché quello era il magazzino usato dalla confraternita dei Boteri, la cui sede si trovava di fronte alla chiesa dei Gesuiti (zona Fondamente Nove), come ricorda il nome del campiello.

La traccia forse più incredibile che questo antico mestiere ha lasciato nella zona si trova in Calle dell'arco, al civico 456: la parte inferiore della porta è leggermente allargata, in modo che le botti potessero passarvi attraverso.

Un'ultima curiosità: i Boteri avevano l'obbligo di riparare gratuitamente le botti della corte del Doge.

Se desideri visitare questi affascinanti luoghi e conoscere altre antiche usanze veneziane, Francesca, la nostra brillante guida, sarà felice di accompagnarti alla scoperta di una Venezia nascosta, dove ogni piccola calle e campo custodisce tracce delle antiche tradizioni della città!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Prospero Alpini e la scoperta del caffè in Europa

prospero_alpini
Presenze illustri

Tutti conoscono il caffè, quella bevanda energizzante e conviviale consumata ogni giorno da milioni di persone! Noi italiani ne siamo ...

Vedi

Venezia: Il ponte dei pugni nel Sestiere di Dorsoduro

ponte-dei-pugni
Curiosità storiche

Il ponte dei pugni, situato nel Sestiere di Dorsoduro, deve il suo nome ad un’antica tradizione di Venezia: la Guerra dei pugni. Gli ...

Vedi

Venezia: La pietra rossa del ‘Sotoportego de la peste’

sotoportego-de-la-peste
Misteri & Leggende

Camminando per Venezia tra calli, campi e campielli vi potreste imbattere in strane lastre sul selciato… che non vanno assolutamente ...

Vedi

Treviso: La fabbrica di coriandoli del signor Carnevale a Paese

fabbrica-cordiandoli-carnevale
Tradizioni popolari

Tutti noi conosciamo i coriandoli, quei pezzettini di carta colorata che vengono lanciati in aria in occasione del carnevale… Vi siet...

Vedi

I post più letti

Padova: Il giardino delle biodiversità nell’Orto Botanico di Padova

giardino-biodiversità
Opere e luoghi poco noti

Fondato nel 1545 , l’orto Botanico di Padova è il più antico orto botanico al mondo ancora situato nella sua collocazione originari...

Vedi

Vicenza: La Torre Bissara nella Piazza dei Signori

torre-bissara-vicenza
Curiosità storiche

Uno dei luoghi più suggestivi di Vicenza è sicuramente Piazza dei Signori, dove si affaccia la celeberrima Basilica Palladiana, opera...

Vedi

Venezia: Il rilievo dell’uomo con la pipa a Palazzo Loredan sul Canal Grande

palazzo-loredan
Misteri & Leggende

Uno dei palazzi più antichi sulle rive del Canal Grande è Palazzo Loredan, eretto nel XIII secolo e attualmente sede del Municipio ci...

Vedi

Verona: Il monumento equestre a Cangrande della Scala a Verona

cangrande
Presenze illustri

Uno dei personaggi più famosi della storia di Verona è sicuramente Cangrande della Scala, signore di Verona dal 1308 fino al 1329, an...

Vedi