Aneddoti & Curiosità

I dipinti di Tiziano nella Sacrestia della Basilica della Salute

Presenze illustri
tiziano-salute-venezia

I dipinti di Tiziano nella Sacrestia della Basilica della Salute

La chiesa della Salute è uno dei luoghi religiosi più importanti di Venezia… è stata eretta per ricordate la fine della terribile pestilenza del 1631, una ricorrenza ancora oggi molto sentita dai veneziani che si festeggia il 21 novembre di ogni anno!

La chiesa è anche uno scrigno di opere d’arte: nella sacrestia della Basilica spiccano, tra gli altri, tre tele realizzate da Tiziano per il comparto centrale del soffitto della chiesa di Santo Spirito in Isola, oggi distrutta, che raffigurano Abramo ed Isacco, Davide e Golia e L’uccisione di Abele. Le figure sono potenti e fortemente scorciate, rivelando le influenze dello stile di Michelangelo che Tiziano conosceva ed ammirava.

La chiesa di Santo Spirito in Isola si trovava nell’omonima isoletta, situata nella laguna di Venezia, tra Poveglia e San Clemente. Dal 1430 vi risiedevano gli Eremitani, che ricostruirono la chiesa su progetto del Sansovino.

Originariamente, le tre tele erano state commesse a Giorgio Vasari nel 1541 ma, dopo il suo rientro a Roma, la loro esecuzione venne affidata a Tiziano. La scelta dei soggetti rientrava nel complessivo programma iconografico della chiesa, incentrato sugli episodi dell’antico testamento in cui è prefigurato il sacrificio di Cristo. Le opere vennero portate a compimento entro il 1544 e rappresentano una delle testimonianze più significative del momento manierista del pittore: ciò si evidenzia nella veemenza plastica delle figure e nell’articolazione delle pose esaltata da una forte visione di scorcio dal basso verso l’alto, indubbiamente influenzata da due dei principali rappresentanti del manierismo tosco-romano, Giuseppe Porta detto il Salviati e Giorgio Vasari, che avevano lavorato per qualche tempo in laguna.

Oltre alle tele del Tiziano, la sacrestia della Basilica della Salute custodisce anche Le nozze di Cana del Tintoretto ed altri capolavori di Palma il Giovane e del Padovanino… La visita a questo straordinario luogo, ancora poco conosciuto, è inclusa in uno dei nostri itinerari privati dedicati a Tintoretto!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Marte, Adamo ed Eva: il Palazzo Ducale festeggia il loro ritorno

restauro-adamo-eva-ducale
Opere e luoghi poco noti

Dopo quattro anni di delicato restauro, le tre statue quattrocentesche del grande artista Antonio Rizzo verranno esposte eccezionalment...

Vedi

Romano D' Ezzellino: Perché si dice ‘Se non riesci a dormire conta le pecore’?

contare-le-pecore
Modi di dire

Il tutto ebbe inizio a Romano d’Ezzelino in provincia di Vicenza quando Ezzelino da Romano che soffriva d’insonnia, assoldò un can...

Vedi

Chioggia: La Valle dei Sette Morti

casone-millecampi-detto-casone-dei-sette-morti
Misteri & Leggende

Ormai Halloween è alle porte: siete già entrati nell’affascinante clima di terrore della festa più paurosa dell’anno? No? Beh, c...

Vedi

Venezia: Fave dei morti: i dolci veneziani del giorno dei defunti

fave-dei-morti
Tradizioni popolari

Come vuole la tradizione, ogni anno, in occasione del giorno in cui vengono commemorati i defunti (il 2 novembre) a Venezia è usanza p...

Vedi

I post più letti

Padova: Perché si dice ‘Rimanere in braghe di tela?’

pietra-del-vituperio
Curiosità storiche

Vi siete mai chiesti da dove deriva la comune espressione ‘Rimanere in mutande’ o ‘Rimanere in braghe di tela’? Si tratta di un...

Vedi

Venezia: L’Ultima Cena del Veronese alle Gallerie dell’Accademia

ultima-cena-veronese
Curiosità storiche

Le dodici sale delle Gallerie dell’Accademia accolgono numerose opere d’arte veneziana e veneta realizzate da rinomati artisti tra ...

Vedi

Treviso: Il fantasma di Bianca di Collalto

castello-collalto
Misteri & Leggende

Nella notte fra il 31 ottobre e il 1° novembre raccontarsi una spaventosa storia di fantasmi è quasi d’obbligo… Eccone una legata...

Vedi

Padova: Il Prato della Valle a Padova

prato-della-valle
Curiosità storiche

Probabilmente solo i Padovani e poche altre persone sanno di un particolare primato che vanta la loro città: avere la piazza più gran...

Vedi