Monselice, splendido borgo medievale arroccato sulle colline, dal quale si gode di u...">
Aneddoti & Curiosità

I fantasmi del Castello di Monselice

Misteri & Leggende
castello-monselice

I fantasmi del Castello di Monselice

A Sud di Padova troviamo Monselice, splendido borgo medievale arroccato sulle colline, dal quale si gode di una vista straordinaria.

L’attrazione più famosa della cittadina è sicuramente il castello, che è composto da quattro nuclei principali, più una rocca, tutti edificati e ristrutturati tra l’undicesimo e il sedicesimo secolo.

A sinistra sorge la massiccia sagoma della torre di Ezzelino, fatta erigere nel XIII secolo dal feroce tiranno famoso per la sua crudeltà ma anche per la sua bravura in battaglia.

Narrano le leggende locali che il castello di Monselice sia infestato da ben tre fantasmi: Avalda, l’amante di Ezzelino, Jacopino da Carrara, signore di Monselice, e Giuditta, l’amante di Jacopino.

Avalda praticava la stregoneria e aveva dimestichezza con l’uso del veleno. Quando il tiranno si stancò di lei, a nulla valsero le sue arti: scoperti i suoi turpi traffici, Ezzelino la fece uccidere da un sicario proprio nel castello in cui oggi ancora vaga vestita con un abito bianco tutto insanguinato…

Jacopino Da Carrara, nominato signore di Padova nel dicembre del 1350 assieme allo zio Francesco, fu rinchiuso nel castello perché sospettato proprio dal congiunto di tramare contro di lui. Vi trascorse diciassette anni senza poter uscire: alla fine, per lui fu decretata la morte per fame… Il fantasma infatti apparire magro e con lunghi capelli grigi!

La sua amante, Giuditta, che fino all’ultimo fu tenuta all’oscuro del destino dell’uomo, ancora oggi vaga attorno al castello e nel buio della notte chiede ai passanti notizie del suo Jacopino.

Se sei un appassionato di leggende e misteri, sappi che la nostra rubrica ne è molto ricca: imposta la ricerca selezionando ‘Misteri & Leggende’ e goditi un’appassionante lettura!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Treviso: Le curiose leggende sulla nascita del radicchio trevigiano

radicchio_CC.Mon CEil
Lo sapevate che...

Lo sapevate che, secondo un antico detto popolare, il radicchio rosso sembra sia nato come dono che l'autunno fa all'inverno, per dare ...

Vedi

Venezia: Acqua Alta: quando un fenomeno normale diventa tragico

Acqua-alta-a-Venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che il termine ‘Acqua Alta’ è un’espressione derivante dal dialetto veneziano con la quale gli abitanti definivano i...

Vedi

Venezia: Marte, Adamo ed Eva: il Palazzo Ducale festeggia il loro ritorno

restauro-adamo-eva-ducale
Opere e luoghi poco noti

Dopo quattro anni di delicato restauro, le tre statue quattrocentesche del grande artista Antonio Rizzo verranno esposte eccezionalment...

Vedi

Romano D' Ezzellino: Perché si dice ‘Se non riesci a dormire conta le pecore’?

contare-le-pecore
Modi di dire

Il tutto ebbe inizio a Romano d’Ezzelino in provincia di Vicenza quando Ezzelino da Romano che soffriva d’insonnia, assoldò un can...

Vedi

I post più letti

Venezia: Le luci rosse della Basilica di San Marco in memoria del povero ‘fornareto’

il_fornareto
Misteri & Leggende

Se verso sera vi trovate ad aggirarvi nei pressi della Basilica di San Marco, date un’occhiata alla sua facciata sud…noterete due p...

Vedi

Treviso: Perché il vino Prosecco si chiama appunto, Prosecco?

colline-del-prosecco
Lo sapevate che...

Il 7 luglio 2019 il Veneto e l’Italia tutta hanno brindato alle colline del Prosecco, ora Patrimonio Mondiale dell’Umanità! Lo ha ...

Vedi

Venezia: Le origini dello Spritz

spritz-veneziano
Tradizioni popolari

Lo spritz, l’aperitivo tipico veneziano, è diventato al giorno d’oggi il cocktail simbolo dell’happy hour non solo in Italia, ma...

Vedi

Belluno: Il mistero del Pietrificatore di Sospirolo

pietrificatore
Misteri & Leggende

All’interno del Parco Nazionale delle Dolomiti, in provincia di Belluno, vi è il piccolo paesino di Sospirolo. Qui è nato un person...

Vedi